Messina, non vuole accompagnarlo a fare la spesa. E lui la prende a calci e pugni

giovedì 5 aprile 14:53 - DI Redazione

Il pranzo di Pasqua si è trasformato in un giorno di violenza per una donna di Messina, picchiata ripetutamente dal suo convivente per essersi rifiutata di accompagnarlo a fare delle commissioni.Un ennesimo caso di violenza familiare ai danni di una donna.

Messina, calci e pugni contro la convivente

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, la lite violentissima, con pugni e insulti, sarebbe cominciata durante il pranzo pasquale e proseguita poi anche in macchina quando la donna ha scelto di lasciare il pranzo per non coinvolgere la famiglia nella discussione con il compagno. Nel tragitto verso casa l’uomo avrebbe continuato a picchiare la donna con pugni in testa, strappandole di mano il cellulare con cui la vittima aveva cercato di chiamare le forze dell’ordine. A fermare la furia dell’uomo è stata una pattuglia dei carabinieri che per caso passava da quella strada. L’uomo è stato arrestato per maltrattamenti contro familiari, lesioni personali aggravate e violenza privata e sottoposto alla misura del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • alongtime@libero.it 5 aprile 2018

    Meno male che lo hanno fermato.
    Pattuglia efficace!
    Questi sono i reati gravi…