Meloni: «Salvini spieghi bene a Di Maio che non riuscirà a dividerci»

«Chiederemo al presidente della Repubblica di dare l’incarico di formare il governo a un esponente del centrodestra che ha vinto le elezioni, nella persona di Matteo Salviniı». Giorgia Meloni, intervistata da la Stampa, ribadisce la posizione di Fratelli d’Italia, distante da ipotesi rocambolesche di alleanze innaturali. «Abbiamo concordato che spetta al centrodestra formare il governo. Di Maio se ne faccia una ragione. Salvini vuole incontrare e discutere con Di Maio? Bene. Lo faccia e gli spieghi bene che non riuscirà a dividerci. Saranno i 5Stelle a dover decidere cosa vogliono fare», insiste la leader di Fratelli d’Italia.

Meloni: altre soluzioni sarebbero inconcepibili

Altre soluzioni? Inconcepibili. «Sarebbe veramente assurdo, fuori dal mondo che i partiti che sono arrivati secondo e terzo, cioè M5S e Pd, possano governare insieme – chiarisce la Meloni – e mandare all’opposizione il centrodestra premiato dagli elettori con il 37%. È ora di finirla con gli esecutivi che nascono da inciuci e da operazioni di palazzo». Renato Brunetta, dal suo canto, non ha dubbi sul che fare: «Io un governo leghista-grillino non lo voto, non lo voterò mai. Sarò da solo, sarò con altri dieci o con altri cento; ma non lo voto». Dalle colonne del Corriere della sera, l’esponente azzurro aggiunge: «Non possiamo allearci con un movimento che tributa una standing-ovation al pm Di Matteo, che dà del mafioso al nostro leader, Silvio Berlusconi. Se qualcuno dentro Forza Italia se la sente, lo faccia. Io no».