Meloni: «Attacco alla Siria fuori dalla legalità, la Libia non ha insegnato nulla?»

Duro attacco di Fratelli d’Italia al blitz notturno di Usa, Gran Bretagna e Francia contro la Siria: «Si tratta di un attacco  fuori dalla legalità internazionale, in assenza di un pronunciamento dell’Onu  sui presunti attacchi chimici. Evidentemente i disastri causati in Libia non hanno insegnato nulla. L’Italia non assecondi questa pericolosa deriva», è l’appello accorato di Giorgia Meloni su Fb.

La Russa: «Attacco unilaterale»

«Che nessuna base italiana sia stata impegnata per questa operazione è un dato confortante», analizza Ignazio La Russa, che condanna aspramente l’iniziativa «assolutamente unilaterale» di americani, francese e inglesi. «L’attacco alla Siria è stato perpetrto sulla base di una valutazione tutta loro, ossia il presunto uso di armi di armi chimiche. E in base a una valutazione -ripeto- unilaterale, Usa, Gran Bretagna e  Francia hanno ritenuto che si fosse superata la cosiddetta “linea rossa” atta a giustificare un attacco». La Russa è chiaro: «Che l’Italia non abbia parte alcuna in questa operazione». E aggiunge: «Spero si sia trattato più di un segnale da parte di Usa, Franci e Gb che della volontà di dare avvio ad un’escalation bellica». «La guerra in Siria è sicuramente una ulteriore spinta a dare presto all`Italia un nuovo governo che poi è anche quello che Fratelli d`Italia chiede. Ciò premesso, va anche detto che anche in questa fase un governo c’è e ci sono tutte le possibilità per scelte oculate», conclude il vicepresidente del Senato La Russa intervenendo a Rainews 24.