Meloni: «Attacco alla Siria fuori dalla legalità, la Libia non ha insegnato nulla?»

sabato 14 aprile 11:48 - di Augusta Cesari

Duro attacco di Fratelli d’Italia al blitz notturno di Usa, Gran Bretagna e Francia contro la Siria: «Si tratta di un attacco  fuori dalla legalità internazionale, in assenza di un pronunciamento dell’Onu  sui presunti attacchi chimici. Evidentemente i disastri causati in Libia non hanno insegnato nulla. L’Italia non assecondi questa pericolosa deriva», è l’appello accorato di Giorgia Meloni su Fb.

La Russa: «Attacco unilaterale»

«Che nessuna base italiana sia stata impegnata per questa operazione è un dato confortante», analizza Ignazio La Russa, che condanna aspramente l’iniziativa «assolutamente unilaterale» di americani, francese e inglesi. «L’attacco alla Siria è stato perpetrto sulla base di una valutazione tutta loro, ossia il presunto uso di armi di armi chimiche. E in base a una valutazione -ripeto- unilaterale, Usa, Gran Bretagna e  Francia hanno ritenuto che si fosse superata la cosiddetta “linea rossa” atta a giustificare un attacco». La Russa è chiaro: «Che l’Italia non abbia parte alcuna in questa operazione». E aggiunge: «Spero si sia trattato più di un segnale da parte di Usa, Franci e Gb che della volontà di dare avvio ad un’escalation bellica». «La guerra in Siria è sicuramente una ulteriore spinta a dare presto all`Italia un nuovo governo che poi è anche quello che Fratelli d`Italia chiede. Ciò premesso, va anche detto che anche in questa fase un governo c’è e ci sono tutte le possibilità per scelte oculate», conclude il vicepresidente del Senato La Russa intervenendo a Rainews 24.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Laura Prosperini 15 aprile 2018

    purtroppo dopo le elezioni ed un programma ben diverso, trump ha cambiato gran parte dei suoi più importanti consiglieri cambiando totalmente idee e programmi politici.
    Si è smarrito ed ha, di fatto, abbracciato totalmente la politica di obama cioè la politica delle grandi banche sovranazionali che hanno bisogno di uno pseudo nemico per distrarre i popoli anzi trovare la scusa ad un programma politico (turbo liberismo) che letteralmente impoverisce fino all’estremo intere nazioni ed avvantaggia solo l’elitè finanziaria.trump c’è cascato in pieno e purtroppo non si distingue più da obama, clinton ecc. ecc.il pensiero unico (finanza sovranazionale) tenta così l’affondo contro le Nazioni, contro i popoli, le elitè onnivore si muovono, ormai, anche attraverso trump.

  • 14 aprile 2018

    Ms. Meloni o votato per lei, ma mi sembra che lei è come tutti gli Italiani in generale “siete anti Americani” questo mi dispiace molto, perché???perche America a sfamato milioni di Italiani da 1865 fine al 1960…personalmente la America mi a dato la possibilità di vivere in un paese molto, molto democratico..e farsi una carriera e una vita senza chiedere a 10 persone per trovare lavoro per poche settimane…avevo la età di 7 anni quando mio padre fu forzato di lasciare Italianeta nel 1957 per una vita meglio con dignità e rispetto, tutto questo grazie a un Zio bravissimo e America…questa è la vera storia di milioni di Italiani, e noi siamo orgogliosi della nostra America…ma nel cuore vive sempre la amore per Italia…il diritto per lo strike Americano e semplice…il uso di bombe a base di chimico sono un attacco alla umanità e proibito da Nato e paesi civilizzati. America, Francia, Great Britain hanno avuto il permesso da la Nato….

  • Massimiliano di Saint Just 14 aprile 2018

    I tre compari se ne fregano della legalità internazionale, pensano ai loro interessi, al gas e al petrolio. E Reggeni non capì che era usato in Egitto per eventuali sommosse contro Al Sisi.

  • Claudio 14 aprile 2018

    .. peraltro i rispettivi congressi e parlamenti non sono stati informati ci troviamo di fronte a tre canaglie sanguinarie trump, May e macronn che costituiscono un grosso pericolo per il mondo intero..