Marina Militare: la Fregata Margottini al comando dell’operazione Atalanta

La Fregata Europea Multi Missione ”Carlo Margottini” ha assunto, a Gibuti, il ruolo di Flagship nell’operazione ”Eunavfor Atalanta”. Il capitano di vascello, Simone Malvagna, ha quindi assunto il ruolo di Force Commander dell’intera forza navale, di cui fanno parte altri 16 paesi dell’Unione Europea, e lo manterrà fino al prossimo 5 agosto. Fu il Consiglio Europeo, nel 2008, a inaugurare la Missione Atalanta, che fu la prima operazione militare a carattere marittimo a guida europea. I suoi obbiettivi sono, principalmente, prevenzione e repressione di atti di pirateria nell’area del Corno d’Africa. Mar Rosso, Golfo di Aden e bacino somalo, infatti, continuano a rappresentare una minaccia per la libertà di navigazione del traffico mercantile, specie per gli aiuti umanitari del World Food Program. Inoltre, la Eunavfor Atalanta cura la LMCB (Local Maritime Capacity Building), ovvero l’addestramento di forze armate e polizie locali per permettere loro di operare in autonomia nel contrasto della pirateria. La Fregata Margottini’ è la terza Fremm consegnata alla Marina Militare il 27 febbraio del 2014 e partecipa per la prima volta alla missione Atalanta. È un antisommergibile con sistemi d’arma, difesa e scoperta di primo livello, all’avanguardia sia in campo militare che civile. È partita lo scorso 20 febbraio dal porto di La Spezia e ha compiuto una campagna navale nel Mar Arabico e nel Golfo Persico. Nei prossimi mesi, durante le soste nei vari porti, l’equipaggio della Fregata Margottini sarà anche impegnato in attività CiMiC (Civilian and Military Cooperation), allo scopo di fornire supporto alle popolazioni locali.