Di Maio sempre più filo-Renzi: “Salvini non vuole sganciarsi da Arcore”

domenica 8 aprile 11:32 - di Redazione

La fase è ancora interlocutoria, però Luigi Di Maio ad un’intesa col Pd sembra crederci. Sa che una parte del Pd vedrebbe bene un governo con il M5S e insiste in quella direzione. Del resto era stato lo stesso padre fondatore, Beppe Grillo, a vantarsi della duttilità del Movimento: siamo ora di destra ora di sinistra, come la Dc. Nessuno scandalo per gli elettori Cinquestelle dunque, per i quali l’obiettivo resta uno: incoronare premier Luigi Di Maio. E quest’ultimo lancia una sorta di ultimatum a Salvini: “Capisco che Salvini abbia difficoltà a sganciarsi da Berlusconi ma da Arcore non può partire nessuna proposta di cambiamento”. Non è da lì che può scaturire “un governo di cambiamento ma solo un governo-ammucchiata. Per noi questo film non esiste”. Lo ha affermato parlando del vertice di oggi del centrodestra  ad un’iniziativa del Movimento per le Regionali della Valle D’Aosta del 20 maggio. “Al momento non è in programma” un incontro con Matteo Salvini o con Maurizio Martina, ha risposto ancora Di Maio. “Se la Lega è interessata al cambiamento vengano al tavolo e mettiamoci al lavoro per l’Italia”, sottolinea, ribadendo di aver “registrato un passo avanti” dalle dichiarazioni di ieri dello stesso Martina. Salvini  in un’intervista al Corriere parla del vertice che si terrà nel pomeriggio con Berlusconi e Meloni: ”A Berlusconi e Forza Italia lo dirò chiaro: si scordino di fare un governo con il Partito democratico”. Spiega che sull’esecutivo ”se c’è un tentativo da fare è con i 5 Stelle”, perché, chiarisce Salvini, ”se voglio cancellare la riforma Fornero, se voglio riformare il mondo del lavoro e la scuola ed espellere gli immigrati clandestini, con chi dovrei fare queste cose? Con quelli che ci hanno portato fino a qui? Invidio Di Maio per la sua fantasia, ma credo che non sarebbe serio. E neanche possibile”. “Io invece l’ho detto anche al presidente Mattarella a breve ci saranno scadenze importanti, noi intendiamo rispettare gli accordi fino a quando garantiscono il benessere degli italiani. Se invece il rispetto dei parametri significasse chiusura di altre aziende, precariato e povertà, per noi non esiste. Oggi lo dirò anche a Berlusconi: se il centrodestra deve parlare con una sola voce, quella voce deve essere chiara”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • lamberto lari 9 aprile 2018

    Hè si, questi metodi sono un classico non certo nelle democrazie ma certamente nelle dittature.
    Di Maio? parla solo lui, rilascia interviste solo lui, alle varie trasmissioni televisive compare solo lui.
    Le sue affermazioni sono ormai….ho preso questa % di voti, rappresento tot. milioni di italiani, io penso, io credo……tutto questo accentrare mi ricorda qualcuno a cui il MOV5stelle ha fatto la guerra in campagna elettorale a fianco della Boldrini, il fascismo. Ma non è che lui oggi sia meno Duce di Mussolini!! Mi sbaglio??? la percezione che emerge però è questa…..e non è cosa da poco! Le cose si cambiano perché la maggioranza vuole cambiarle, stabilendo come e con quali regole. Troppo semplice arrogarsi il diritto di cambiarle come vuole solo lui…piccolo robot telecomandato da una società d’affari La Casaleggio & C. Attenzione italiani a non cadere nel ciuschino del teatrino dell’idealismo finto, della trasparenza finta, della nobiltà di intenti finta, dell’amore finto nei confronti del popolo. Una gigantesca finzione studiata a tavolino da esperti in comunicazione, vendere ideali…speranze….aspettative offrendo risultati eclatanti, eccezionali che ti faranno sentire bene e felice……quante false chimere. Ricordano delle campagne pubblicitarie di prodotti commerciali come detersivi, disincrostanti per cessi, pannoloni assorbi pipì che non si vedono ma assorbono pipì da cammello e tra le altre cose non solo bloccano il cattivo odore, ma addirittura profumano…..quasi quasi potrebbero essere usati anche come deodoranti!!!! Forse che la Casaleggio e C. ha comprato i nostri dati anche da Facebook per elaborare una strategia comunicazionale del tipo…vota MOV5stelle, compra Di Maio ti sentirai felice e soddisfatto, rabbia e paura scompariranno troverai lavoro, in caso contrario avrai il reddito di cittadinanza, non dovrai fare zapping per seguire le informazioni in chiave diversa, ci sarà un solo canale di informazione, solo una testata giornalistica (o magari diverse ma che sono fotocopie dell’UNICA testata)…ultimo ma non ultimo ti convincerai di sentirti completamente libero!!! Attento popolo italiano destati da questo bombardamento psicologico, di stampa, video, social ecc….Ultimo atto la firma del contratto con altre forze politiche, chissà la Casaleggio e C. quali cavilli clausolette e postille inserirà (tanto per darti un’idea caro cittadino del pari delle polizze assicurative e dei contratti che ciascuno di noi avrà firmato con la banca) Ora ti chiedo cittadino, ma devi risponderti (non rispondermi) onestamente, in cuor tuo ti senti garantito???