Lazio, Parisi nuovo portavoce del centrodestra. «A Zingaretti dico che…» (video)

mercoledì 11 aprile 18:01 - DI Redazione

Stefano Parisi è stato indicato come portavoce dei gruppi del centrodestra alla Regione Lazio. Dunque, una scelta di assoluta unità della coalizione quella compiuta dai gruppi consiliari di Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e Noi con Salvini nel corso della riunione che si è tenuta alla Pisana. «Siamo certi che la sua esperienza e competenza saranno determinanti in questa fase delicatissima per la Regione Lazio. Buon lavoro Stefano!», hanno spiegato i gruppi, dando la  notizia della designazione a portavoce dell’ex candidato a governatore e capogruppo di Energie per l’Italia.

La nomina è arrivata in un giorno particolarmente delicato per le sorti della Regione: Nicola Zingaretti si è appellato al Consiglio chiedendo, di fatto, aiuto per quelle che ha presentato come «dieci grandi sfide», ma che in realtà sono «dieci punti di agenda che affiderebbe al consiglio regionale», come sottolineato da Parisi in una video-intervista postata sulla sua pagina Facebook. Il governatore, infatti, non ha la maggioranza e FdI ha già presentato una mozione di sfiducia, perché «la Regione non può permettersi picchi di instabilità».

Nel suo video messaggio Parisi ha ricordato che centrodestra e centrosinistra hanno idee diverse su come va governata la Regione e che prima di chiedere una eventuale collaborazione dell’opposizione c’è bisogno di «ripartire dalla verità», prendendo atto di tutto quello che non va nel Lazio. «Non siamo più in campagna elettorale», ha chiarito quindi Parisi, ricordando che «la Regione Lazio è in una situazione drammatica e non si può continuare a dire che stiamo bene, come Zingaretti ha detto nella sua relazione introduttiva».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • paologiammancheri@gmail.com 12 aprile 2018

    Ma se Zingaretti è cosciente di non poter andare avanti ,che cosa aspetta a dare le dimissioni in modo da andare a nuove elezioni regionali? Si tratterebbe di agire con corretteza e onestà.