L’aviazione afghana bombarda una scuola: decine le vittime, molti civili

lunedì 2 aprile 18:42 - DI Redazione

Afghanistan senza pace: i talibani continuano a colpire e così fa il governo di Kabul, in un’escalation della violenza senza fine. Un raid aereo governativo contro una madrassa (scuola coranica) nella provincia afghana di Kunduz ha provocato decine di vittime. Secondo l’esponente politico locale Mawlawi Abdullah, sono stati uccisi fra i 50 e i 60 talebani oltre a un numero non precisato di civili. Altre fonti citate dall’emittente tv Tolo parlano di 25 vittime, fra morti e feriti. Si trovava nella madrassa al momento del raid, iniziato verso le undici di questa mattina, ora locale, anche il comandante talebano Mullah Beryani. Ma un portavoce dei talebani afghani, Zabihullah Mujahid, ha sostenuto che il raid dell’aviazione militare afghana realizzato oggi sulla madrassa Darulolum Hasmimia della provincia di Kunduz ha causato “la morte o il ferimento di circa 150 persone”. Mujahid ha poi aggiunto che “in base alle iniziali informazioni di cui disponiamo, circa 150 ulema e civili, molti dei quali bambini, sono stati uccisi o sono rimasti feriti”. Finora le fonti ufficiali hanno fornito bilanci delle vittime varianti fra nove e 25 morti e decine di feriti, ma molte di esse concordano che al momento dell’attacco nella madrassa potevano esserci anche 200 persone.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *