Lando Buzzanca: «Patetico vedere i gay esibirsi a Ballando con le stelle»

mercoledì 4 aprile 10:48 - DI Federica Argento

«Non ho nulla contro i gay, facessero in libertà quello che vogliono. Ma trovo ridicolo che si sposino e trovo patetico che ballino in tv emulando qualcosa che, almeno a Ballando con le stelle, mi pare fuori contesto». Viva la faccia della sincerità. Lando Buzzanca sul settimanale Oggi dice la sua andando controcorrente, come fa da sempre. Si espone ora anche a proposito del programma del sabato sera di Rai Uno a proposito della tanto discussa coppia “same sex” formata da Giovanni Ciacci  con il maestro di ballo Raimondo Todaro. Coppia che già ha diviso l’opinione pubblica e la giuria stessa del programma, con Ivan Zazzaroni in polemica con i suoi colleghi.

L’ipocrisia in scena a Ballando con le stelle

A domanda diretta, Buzzanca ha risposto direttamente: A Ballando con le stelle Ivan Zazzaroni, giurato, si è rifiutato di dare i voti a Giovanni Ciacci perché ballava in coppia con un uomo, Raimondo Todaro. È d’accordo? Risposta: «Il maschio è in estinzione – esordisce nell’intervista concessa a Pierluigi Diaco  -. Oggi di maschi ce ne sono sempre meno. Prima erano l’80 per cento del totale, oggi al massimo si può raggiungere il 50 per cento. Io sono rimasto il maschio che ero da giovane: molti ragazzi lo apprezzano al punto da complimentarsi per il modello che rappresento». Andiamo al punto: «Sono d’accordo con Zazzaroni (che non ha dato un voto a Ciacci-Todaro, dando un non voto, cioè zero). Non ho nulla contro i gay, facessero in libertà quello che vogliono. Ma trovo ridicolo che si sposino e trovo patetico che ballino in tv emulando qualcosa che, almeno a Ballando, mi pare fuori contesto».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • italagermana@hotmail.it 7 aprile 2018

    grazie Buzzanca….almeno una voce seria fuori dal…..politicamente corretto, siamo tutti d’accordo penso, che ogni tanto la natura può commettere degli errori……ma il resto è vizio.

  • fenicottero47@hotmail.it 6 aprile 2018

    Ha ragione patetico ridicolo e fuori luogo

  • Mcoluccia@ymail.com 6 aprile 2018

    Grazie Buzzanca

  • Francesco Ciccarelli 5 aprile 2018

    L’attore è al di sopra di ogni sospetto: ha recitato la parte di padre all’antica, che scopriva la diversità del figlio!

  • eleonora4198@virgilio.it 5 aprile 2018

    sono con buzzanca . è una questione di buon gusto . a novara ci sono da sempre i gay , sono anche vissuti in coppia , ma nessuno ha farro esibizioni corporali di quello che erano . questione di buon gusto . mi sembra che sia ora di smetterla con queste esibizioni inutili e volgari . la penso così . domani scoppia una guerra e dove sono gli UOMINI ?

  • laura_scattola@yahoo.it 5 aprile 2018

    Sono d’accordo con Lando Buzzanca. Trovo ingiusto che costringano un maestro di ballo a ballare con un’uomo. Sabato balleranno un tango, povero Todaro !

  • flaviomps@hotmail.it 5 aprile 2018

    Sono pienamente daccordo con Lando Buzzanca. Qui in questa trasmissione non esiste il gusto, è Disgustosa soltanto sentirne parlare visto che io non la vedrò mai. Poi non parliamo quello che si uniscono in matrimonio, oppure che vogliono adottare ( ROVINARE ) un bambino forse lo hanno scambiato per un giocattolo oppure secondo me loro sono i veri PEDOFILI…………

  • baronegianfranco@virgilio.it 5 aprile 2018

    Ognuno ha diritto di vivere la sua vita secondo il proprio appagamento fisico e spirituale ma ciò che oggi ci IMPONE la TV è paradossale. In tutte le trasmissioni devono apparire gay, transessuali e patetici superdotati che si esibiscono in questo circo mediatico cercando di suscitare il più possibile un tentativo di scandalo comportamentale. E’ oramai una consolidata tecnica tesa a far aumentare l’audience. Così dobbiamo subire questo tipo di trasmissioni volutamente trasgressive, dobbiamo subire il finto scandalizzarsi di Fabio Fazio alle squallide battute della Litizzetto, dobbiamo subire la patetica e squilibrata megalomania di Vittorio Sgarbi e le sinuose e melliflue contorsioni politiche di Bruno Vespa.

  • giancarlomicoli@libero.it 5 aprile 2018

    Assolutamente d’accordo!!

  • fabio dominicini 5 aprile 2018

    E’ molto trendy coltivare orientamenti progressisti, radical chic, dimostrarsi aperti verso le minoranze , l’accoglimento, le diversità, manifestare grande apertura mentale e non essere appiattiti sui vetusti stereotipi populisti.
    Questo è lo strisciante imbarbarimento dei cervelli, che subdolamente ci coinvolge

  • nigiovacarraro@gmail.com 5 aprile 2018

    Grande Lando apprezziamo molto la tua schiettezza!!!

  • lazzonimauro@gmail.com 5 aprile 2018

    Da sempre Lando, anche nei suoi film ,rappresenta la vera figura dell’ uomo italiano e come tale non può che dissentire sull’attuale momento di consensi verso il mondo gay, sono completamente d’accordo con lui quando dice che queste figure , a ballando con le stelle, sono fuori luogo.

  • giacomosinagra@gmail.com 5 aprile 2018

    E Male la Carlucci, peggio e, intollerabile , per quei FANNULLONi che i politici insediano nell’Ente pubblico RAI

  • mariosmanca35@gmail.com 5 aprile 2018

    Bravo Lando! Ma temo che con questi str…zi che ci ritroviamo a capo, vuoi vedere che son persino capaci di indagarti, magari di denunciarti, o addirittura di processarti – e Dio non voglia! – condannarti per omofobia o altre caz…te varie? Ma se ti occorre aiuto, mi auguro che nessuno si tiri indietro.
    Mario Salvatore Manca