La sinistra tace sul terrorista gambiano. Il centrodestra: «Con noi basta sbarchi»

giovedì 26 aprile 17:26 - DI Viola Longo

L’arresto del terrorista gambiano affiliato all’Isis e pronto a colpire l’Italia e l’allarme dell’Onu sulle infiltrazioni di terroristi tra i migranti programmate dallo Stato Islamico per portare «il caos» in Europa. La cronaca riporta al centro del dibattito politico il tema dei rischi legati ai flussi migratori e, mentre a sinistra tutto tace – o al più viene affidato alle voci istituzionali del ministro della Giustizia Andrea Orlando e di quello dell’Interno Marco Minniti – è il centrodestra a ricordare che la questione deve rappresentare una priorità per il governo che verrà. E che l’unico governo in grado di dare garanzie in questo senso è un governo di centrodestra.

«Siamo senza governo, senza controlli e nel passato le politiche sbagliate della sinistra ci hanno riempito di clandestini che, nella migliore delle ipotesi rappresentano un costo enorme per l’Italia e un elemento di disordine nelle nostre città, nella peggiore delle ipotesi dei potenziali assassini della porta accanto», ha ricordato Maurizio Gasparri, sottolineando che «la vicenda dell’immigrato del Gambia sbarcato a Messina e pronto a colpire in Italia, secondo le indicazioni del fondamentalismo jihadista» ci parla di un altro «potenziale terrorista arrivato dal mare». «Basta immigrazione, basta sbarchi. Per cacciare dall’Italia subito centinaia di migliaia di stranieri che non hanno alcun diritto di rimanere qui – ha avvertito Gasparri – serve un governo di centrodestra».

Anche la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, ha sottolineato che l’arresto del gambiano rappresenta «un’ulteriore dimostrazione, se ancora ce ne fosse bisogno, di come nell’immigrazione incontrollata si annida il rischio di infiltrazioni terroristiche». «Basta sbarchi ed espulsione immediata dei clandestini: per Fratelli d’Italia la difesa dei confini deve essere è una priorità nazionale», ha ribadito Meloni, complimentandosi con le forze dell’ordine. È stato poi il deputato di FdI e questore della Camera, Edmondo Cirielli, a sottolineare che «oltre al blocco degli sbarchi per tutelare la sicurezza degli italiani appaiano urgenti alcuni provvedimenti, tra cui l’espulsione immediata degli immigrati che compiono reati e lo stop ai fogli di soggiorno provvisori in attesa di definizione di un procedimento».

La vicenda del terrorista gambiano è stata commentata sui social da Matteo Salvini, che con amara ironia ha scritto: «Così questo immigrato voleva “ripagarci” per la richiesta di asilo politico… Poverino. #stopinvasione prima che sia tardi. #Gambia». Più tardi il leader della Lega è tornato sull’argomento con toni più programmatici, inserendo nella sua riflessione anche l’allarme lanciato da un funzionario Onu sul fatto che l’Isis vuole usare gli sbarchi in maniera strategica contro di noi: per infiltrare terroristi tra i migrati e portare il caos in Europa. «Terroristi sui barconi e invasione di centinaia di milioni di potenziali immigrati. Dall’Onu invitano l’Europa a svegliarsi, la Lega lo denuncia da anni! Non ci interessano le poltrone, ci interessa fare. Vorrei andare al governo con chi ci darà una mano per attuare il nostro programma, chiaro e coerente da sempre: stop invasione!».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • fabio dominicini 27 aprile 2018

    Ma con grillini, piddini e loro alleati gli sbarchi e l’invasione proseguiranno !!!

  • Francesco_iacobucci@libero.it 27 aprile 2018

    Grande Matteo Salvini tutti vogliamo che questi richiedenti asilo politico, tornino a casa loro. Anche l’ipocrita sinistra ma ha paura di dire una cisa di Destra. Ricacciamoli a casa loro.

  • wileem47@gmail.com 27 aprile 2018

    sarebbe veramente ora di fare pulizia di tutti gli extracomunitari già individuati come soggetti pericolosi per la nostra società (spacciatori di droga, furti, risse con percosse e tanti altri reati). Ci stanno imbarbarendo loro con gli atteggiamenti da delinquenti gli italiani non sono mai stati razzisti. Il prossimo governo prenda seri provvedimenti altrimenti piangeremo in futuro.