La rabbia dei romani: «Ci stanno a prende in giro. Buche tappate? Ma de che!» (video)

La signora in macchina riprende le buche della via Salaria e ripete «ma de che?! ma de che?!». «Hanno tappato le buche su via Salaria, eccole!», insiste, mentre riprende le pozze piene d’acqua che si sono create sulla consolare dopo le piogge dei giorni scorsi. Il video, caricato su Facebook dalla sua autrice, restituisce lo stato d’animo dei romani rispetto alla situazione in città. Che, almeno per quanto riguarda la Salaria, si scopre essere dovuta a responsabilità amministrative peggiori di quanto si pensasse.

Per la consolare, che ha risentito particolarmente delle ultime piogge, in teoria, i soldi per le riparazioni ci sarebbero. Già stanziati: nel bilancio 2017 sono stati inseriti 600mila euro per la riqualificazione, prevista dalla prima lista di interventi per il Giubileo straordinario. I fondi, inoltre, sono stati anche assegnati tramite bando. Peccato, però, che, come riferito dal Messaggero,  la ditta che l’ha vinto vi abbia riscontrato una possibile anomalia e abbia presentato ricorso. I lavori sono rimasti bloccati così: schiacciati da un contenzioso tra la ditta e il Comune, senza che nel frattempo siano stati adottati altri provvedimenti che non fossero “toppe” estemporanee. «Si sono limitati a tappare solo le voragini più grandi, ma sono rimaste aperte tante altre buche comunque pericolosissime e che causano incidenti e danni ad auto e scooter», ha chiarito al Corriere della Sera, Cristiano Davoli, presidente dell’associazione di volontari “Tappami”, che è intervenuta chiudendo, «per quel che potevamo, altre decine di buche in città».

Video