La De Filippi supera la Carlucci, ironia su Fb: “Cara Milly, avete rotto…”

Nel duello del sabato sera tra Milly Carlucci e Maria De Filippi, stavolta ha avuto la meglio la regina di Amici su Canale 5, trainata anche dal “trascinatore”  Francesco Totti, ospite del programma.  “Ballando” che ha sfoderato l’arma di un  Gabriel Garko sempre più gonfio ha conquistato 3.742.000 telespettatori e il 20,8% di share, mentre la De Filippi al fotofinish raggiunge 3.770.000 italiani con il 20,8% di share. In sovrapposizione vince di un soffio Mediaset. E non c’è da stupirsi.

Sul sito Fb di “Ballando con le Stelle” la noia e il non gradimento sono stati palpabili fin dalla prima puntata, per la ricerca ossessiva di un novità in un format che mostra i suoi anni impietosamente. Il ricorso a Gabriel Garko in qualità di super-ospite in qualità di ballerino per un notte è stato solo oggetto di ironie e critiche per il suo gonfiore facciale in sospetto botulino. Milly cerca di essere sempre spiazzante, ma a volte il gioco è stucchevole.

Inoltre, non sono più il ballo e la tecnica ad essere al centro dei giudizi, ma i casi umani e le coppie che appaiono in linea con un politically correct forzato, come le continue polemiche sulla coppia “same sex” di  Ciacci e Todaro. Dopo un po’ il pubblico da casa abbandona per estenuazione, cambia canale. E va su “Amici”. Leggere i commenti su Fb per credere: “Cara Milly, avete rotto voi e la Guetta (una delle concorrenti sempre “coccolata”). Se si deve ballare è un conto, se si deve fare spettacolo è un altro, e allora cambiate programma, non chiamatelo “ballando con le stelle”. Chi sa ballare viene eliminato e chi è impedita resta perché è simpatica… Ma andate a quel paese!!! E togli a Mayer la facoltà di assegnare il tesoretto perché è un rimbambito incompetente…”

Spareggio tra Minghi e Akash? Coi tesoretti dati per simpatia si sta trasformando in un ridicolo circo una gara di ballo”. Ancora: “È peggioratissimo questo programma. Vecchi, siete vecchi. Milly vecchia, Majer vecchio…volete fare andare avanti alcuni a tutti i costi…ma chi vota poi? Boh…il,pubblico di don Matteo?”