Il Grande Fratello preso di mira dai rom: per Barbara D’Urso inizia male

Svaligiata la “casa” del Grande Fratello. A pochi giorni dall’inizio della nuova edizione del Grande Fratello condotto da Barbara D’Urso, all’interno della “casa” situata a Cinecittà sono entrati i ladri. Nell’abitazione più spiata d’Italia gli autori del furto si sono impossessati di alcuni componenti d’arredamento: specchi, divani, sedie e anche un frigorifero. Si tratta di oggetti utilizzati dagli inquilini della seconda edizione del Grande Fratello Vip che si è conclusa lo scorso dicembre 2017. Gran parte di questo materiale doveva servire ai nuovi inquilini della versione Nip.

Furto nella casa del Grande Fratello: l’esasperazione dei cittadini

Gli inquirenti sospettano che il furto sia stato compiuto da alcuni rom presenti nella zona. Nelle aree limitrofe ci sono, infatti, insediamenti di nomadi e proprio a Cinecittà sono molto frequenti i furti all’interno delle abitazioni i cui autori sono stati spesso i rom. I cittadini sono esasperati e stanchi di subire violenze e furti a raffica e spesso hanno protestato per avere più controlli. Per gli investigatori che stanno indagando sulla vicenda non è facile capire quando sia stato effettuato il furto. Da dicembre scorso fino a qualche settimana fa, la casa di Cinecittà non è stata controllata in maniera costante, i ladri quindi hanno potuto agire indisturbati, anche se non si è trattato di “impresa” facile poiché alcuni divani e i grandi elettrodomestici avevano un peso non indifferente.