Governo, il centrodestra intravede uno spiraglio: «Speriamo sia la volta buona»

giovedì 19 aprile 16:27 - DI Redazione

Dopo la situazione di stallo registrata ieri, è partito il nuovo giro di colloqui della presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati.  Il primo incontro è quello con la delegazione del centrodestra che si è presentato unito. A Palazzo Giustiniani si sono recati Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi. «Nutriamo la fondata speranza che si riesca finalmente a superare la politica del no che in molti hanno portato avanti fino a oggi», ha detto al termine delle consultazioni Salvini. Confidiamo che il secondo partito superi i veti e accetti finalmente di sedersi al tavolo parlando di programmi e non dai posti». «Per noi è improponibile un governo con chi ha perso», ha detto ancora il leader della Lega. « È l’ultimo appello alla responsabilità si parli di temi e non di posti e spero che questo venga consegnato alla presidente Casellati».

«Sì, ci sono dei segnali di novità dal M5S, confidiamo oggi in quel che dirà Di Maio», ha detto Salvini. «Ieri siamo usciti di qui con gli schiaffoni, se oggi usciamo con i sorrisi metà dell’opera è fatta, il resto lo facciamo la prossima settimana. Speriamo che oggi sia il giorno buono: confidiamo che si possa fare un governo di chi ha vinto le elezioni. Se cadono i veti, se cadono i “no”si può iniziare a lavorare».  Alle 17.30 sono convocati gli esponenti del M5S. Domani mattina la Casellati andrà a riferire al Quirinale quanto le è stato detto dai partiti.

Commenti

Rispondi a giulio Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • roccoangela60@yahoo.it 20 aprile 2018

    È impensabile un accordo con il PD,che è l’unico partito uscito sconfitto dalle urne.Gli italiani sono stufi dalla sinistra e dai disastri che ha fatto in questi anni pur non essendo mai stato eletto, ha governato grazie a Napolitano e compagnia….Il partito democratico ha governato in modo scellerato e ci ha portato nella situazione tragica nella quale ci troviamo.Se il centrodestra dovrà governare con i 5 stelle ,pazienza…ma con il PD mai e poi mai.

  • alberto.caioli@email.it 20 aprile 2018

    Spiragli si, ma Berlusconi deve sparire: sono un ex elettore di Forza Italia, ma Silvio mi ha rotto le scatole! Ma cosa ha voluto dimostrare facendosi riprendere a “contare” con le dita l’esposizione di Salvini? Certo, a quell’età, gli ci vuole il “pallottoliere”!

  • giulioarditi@libero.it 20 aprile 2018

    Perché non organizzate un sondaggio online tra i vs. lettori per capire quanti sono favorevoli ad un accordo con M5S, quanti con dem e quanti per un governo del Presidente in attesa del ritorno alle urne?

  • maurocollavini@libero.it 20 aprile 2018

    Mi auguro che andiate insieme a firmare: Poi chi firmerà potrà essere benissimo Salvini a nome dell’intero gruppo di cdx. L’accordo comunque si deve fare sul programma che ambedue gli schieramenti dovranno votare favorevolmente in parlamento. Per i nomi ci si può anche mettere d’accordo e per il premier potrebbe farlo per 2 anni Salvini e per i successivi due Di Maio.

    • brandani43@gmail.com 20 aprile 2018

      E l’utimo spenga la luce e chiuda la porta! Guarda, Mauro, che la durata della legislatura è di 5 anni e 2 + 2 a casa mia fanno 4! che mi racconti?

  • Fablomovip@libero.it 20 aprile 2018

    Ma come possono sperare (Salvini & Co) di governare se dovessero fare un governo ?
    No e no e ancora no !!!! Niente governo con chi è mezzo di sinistra e mezzo comunista , niente 5 stelle e niente Pd, niente , si riandrà alle urne !!