Gli insegnanti scrivono a Mattarella: «Basta con le violenze dei bulli»

Dopo anni di permissivismo e di scuse che portavano a giustificare sempre qualsiasi comportamento degli studenti, gli insegnanti si sono accorti che la situazione non è più sotto controllo e ora chiedono di essere tutelati dalle violenze dei bulli. Sul sito change.org è comparsa una petizione per chiedere al presidente della Repubblica Sergio Mattarella (e al ministro dell’Istruzione che verrà) una legge che, si legge nella petizione online lanciata da “Professione insegnante”, «istituisca e soprattutto rafforzi la figura dell’insegnante quale pubblico ufficiale, che inasprisca le pene laddove ci sono episodi di violenza conclamati, che tuteli la libertà di insegnamento e restituisca agli insegnanti un ruolo di primo piano». 

 
Una legge che «comporti delle sanzioni che siano da esempio educativo per le generazioni…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi