Follia a Modena. La madre prepara il ragù, la figlia vegana: «Ti uccido»

Una storia che riesce difficile credere se non fosse che la dieta vegana porta spesso ad eccessi comportamentali folli. “Se non la smetti ti pianto una coltellata in pancia”, avrebbe detto una donna alla mamma, rea di preparare il tipico sugo di carne, il ragù. Lo apprendiamo dalla Gazzetta di Modena. Non si sa se quel giorno avesse intenzione di preparare le lasagne o le tagliatelle. Fatto sta che mentre la donna girava lentamente il ragù a fiamma bassa secondo l’antica tradizione modenese, la figlia vegana – esasperata dall’odore di carne per casa – si è messa a urlare e l’ha minacciata di morte: «Adesso ci penso io a farti smettere! – ha esclamato, come si legge nella denuncia – se non la pianti di fare il ragù ti pianto un coltello nella pancia!» La madre non solo non ha smesso di cucinarlo ma ha denunciato la figlia e ora il caso è affrontato dal Giudice. Il caso si presta a rinfocolare le eterne furenti diatribe tra carnivori e non-carnivori. Il tutto inserito nella cornice modenese, una delle cittò simbolo della buona cucina e del tipico ragù. Entrambe modenesi, il  Giudice di Pace dovrà tentare una conciliazione che appare qusi impossibile. Al centro della vicenda c’è una madre 68enne, cultrice della  cucina tradizionale e la figlia 47enne, vegani convinta. Due mondi opposti isotto lo stesso tetto. La figlia poco a poco ha iniziato ad esagerare  con le  offese per la cucina a base di carne, finché è arrivato il giorno del ragù che ha fatto uscire di testa la figlia.