Firenze, albanese picchia la figlia neonata e la riduce in fin di vita

venerdì 13 aprile 11:42 - DI Redazione

Un quarantottenne albanese ha schiaffeggiato ripetutamente la figlia di 15 mesi. Dagli accertamenti effettuati al Meyer di Firenze, è emerso che la piccola ha due costole rotte e una lesione al timpano. L’uomo è stato arrestato. Secondo ricostruzione dei carabinieri la bimba è stata aggredita dal padre, rientrato a casa ubriaco. L’allarme è stato dato dalla zia della piccola, chiamata dalla madre perché insospettita dal tono alterato del marito, con il quale aveva parlato al telefono. Quando la donna è entrata nell’appartamento, in piazza Libertà a Firenze, la bimba aveva il volto tumefatto. La bimba è stata trasportata d’urgenza al Meyer, sottoposta subito ad una tac e a tutti i dovuti controlli sanitari.

Albanese picchia la figlia e poi chiede scusa

L’uomo è un dipendente di una cooperativa di facchini. Al momento dell’arresto è scoppiato in lacrime: «Chiedo scusa, non so nemmeno perché me la sono presa con lei». Secondo quanto ha raccontato, il giorno precedente l’uomo aveva litigato con la moglie e prima di andare a lavorare aveva bevuto 5 o 6 bicchieri di Sambuca. Poi si è scagliato contro la piccola.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *