Dieci punti per un nuovo manifesto dei valori: Nazione Futura lancia la sua sfida

Riceviamo da Francesco Giubilei e volentieri pubblichiamo

Per uscire dallo stallo politico in cui si trova il nostro Paese e risolvere l’intricata impasse per la formazione del nuovo governo, al momento non sembrano esserci ricette definitive e tutte le opzioni sono sul tavolo del Presidente della Repubblica. I cittadini devono limitarsi a osservare sconsolati una situazione – ampiamente prevedibile vista la legge elettorale – di fronte a cui sono impotenti. Se il presente non solo non regala soddisfazioni ma desta non poche preoccupazioni, è necessario guardare con speranza al futuro.

Ed è proprio all’avvenire, ai prossimi mesi e anni, che guarda il movimento culturale “Nazione Futura”, nato con l’obiettivo di favorire il dibattito politico-culturale e l’aggregazione di varie anime della società civile accomunate da valori e ideali comuni. E lo fa presentandosi in un evento questo martedì 17 aprile alle ore 18.30 all’Associazione Civita, in Piazza Venezia 11, intitolato “Valori per l’Italia del futuro”, in cui verrà lanciato un manifesto valoriale in dieci punti e l’iniziativa dei circoli territoriali nati per creare un forte legame con i territori.

All’evento, moderato dal giornalista Gennaro Pesante, interverranno i responsabili di Reggio Emilia (Alessandro Aragona, Giuseppe Manzotti), Sanremo (Alberto Pezzini e Leonardo Mazza), Torino (Ferrante De Benedictis), Ancona (Giovanni Flamma), Latina (Gianluca Campagna) e L’Aquila (Alessandro Rico). Ma circa altre venti città italiane sono pronte ad accogliere i circoli nelle prossime settimane, da Brindisi a Milano, da Brescia a Brindisi. Forte la presenza del movimento culturale in Emilia Romagna, dove presto nasceranno circoli a Ravenna e Ferrara dopo il successo dell’evento di lancio a Cesena con l’avvio del quotidiano online Romagna Futura, edizione romagnola legata al sito nazionale.

Nazione Futura è infatti anche un progetto editoriale poiché, oltre al quotidiano online, esce ogni tre mesi una rivista cartacea di approfondimento politico, economico e culturale. L’attenzione primaria è dedicata ai contenuti e alla necessità per la politica di tornare a parlare di idee e proposte, tema a cui Nazione Futura dedica ampio spazio già dall’evento di martedì 17, dove interverranno Lorenzo Viviani e Fabrizio Formicola, mentre le conclusioni saranno affidate a Marcello Veneziani, che porrà l’attenzione sull’importanza dei temi valoriali. Si avvia così un percorso che proseguirà con la presentazione di vari circoli territoriali e porterà, dopo l’estate, a una nuova iniziativa con tavoli di lavoro per passare dall’enunciazione di valori e idee all’elaborazione di proposte. Per farlo è necessario il coinvolgimento del più ampio numero di persone accomunate dai punti enunciati nel manifesto valoriale, è l’inizio di un nuovo percorso.