Boom dei tumori oro-faringei, è allarme: cosa fare per prevenirli

Riceviamo da Alessandro Bovicelli e volentieri pubblichiamo

Caro, direttore,

Un incremento del 250% in 10 anni  per un totale di 1900 persone colpite nel 2017. E’ l’incremento esponenziale dei tumori oro-faringei, quelli che si formano nella parte posteriore della gola e coinvolgono le tonsille o la base della lingua. Fanno parte dei tumori della testa- collo che sono in forte aumento sia in Italia che in Europa. Lo scorso anno si sono registrati solo nel nostro Paese 9.400 nuovi casi. I dati sono stati diffusi in occasione dell’apertura del Congresso Europeo di Oncologia Cervico- Facciale.

Come si spiega questo aumento così importante di tali tumori? I maggiori responsabili sono gli stili di vita ma anche sorprendentemente le infezioni da Hpv alle quali sono attribuibili il 50% dei casi in Europa. Per questa ragione gli specialisti raccomandano che tutti gli adolescenti effettuino la vaccinazione contro il Papillomavirus. Se fatta in entrambi i generi, questa profilassi può ridurre drasticamente i contagi e quindi il rischio oncologico.