Bimbo in lacrime chiede a Bergoglio: “Papà era ateo, sarà in paradiso?” (video)

domenica 15 aprile 19:13 - DI Guido Liberati

Momenti toccanti alla parrocchia romana di Corviale, dove papa Bergoglio ha incontrato un bimbo in lacrime per la morte del padre. «Il tuo papà non aveva il dono fede ma ha fatto battezzare i figli, aveva il cuore buono. Sicuramente a Dio questo è piaciuto tanto. Pensate che possa averlo lasciato lontano da lui?». Papa Francesco, incontrando i bambini che frequentano il catechismo nella parrocchia di San Paolo della Croce a Corviale, quartiere della periferia di Roma, rassicura così Emanuele, che, nel momento di rivolgergli la sua domanda, scoppia a piangere e, invitato da Francesco ad avvicinarsi e parlargli all’orecchio, gli chiede se suo padre, ateo ma che aveva fatto battezzare i suoi figli, sia andato in cielo.

Bergoglio a Emanuele: “Dio è fiero del tuo papà”

«Magari potessimo piangere come Emanuele quando abbiamo un dolore nel cuore. Piange per il suo papà che è venuto a mancare e ha avuto il coraggio di farlo davanti a noi perché c’è amore nel suo cuore – ha detto Bergoglio – il papà era ateo ma ha fatto battezzare i 4 figli, era un uomo bravo. È bello che un figlio dica del suo papà “era bravo”. Se quell’uomo è stato capace di fare figli così era un uomo bravo. Dio è fiero del tuo papà, e tu prega tanto per il tuo papà».

Bergoglio incontra gli ex detenuti

Nella parrocchia di San Paolo allaCroce a Corviale nella periferia ovest di Roma, quartiere particolarmente degradato, Papa Francesco ha incontrato nella sua visita privata diverse persone che hanno problemi con la giustizia. A Papa Francesco è stato donato da un’associazione locale un piatto di cartapesta degli anni ’70.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • avv.giorgetti@essegilegal.it 16 aprile 2018

    Davvero patetico. Il bambino è stato dolcissimo ma nessuno ha sentito cosa abbia veramente detto. Questo aneddoto costituisce l’ennesimo tentativo di questa tiepida chiesa modernista di far passare il concetto: credere o no in Gesù Cristo non fa molta differenza. Ci si salva lo stesso.
    È solo un’eresia.
    Povero bambino: strumentalizzato al fine di banalizzare il cristianesimo……

  • barbantig@tiscali.it 16 aprile 2018

    Se e’ così ,allora,perche’ seguire il cristianesimo? Mi sembra una gigantesca scemenza detta dal Papa

  • granatina.g@gmail.com 16 aprile 2018

    Molti cristiani lo sono a parole e molti atei no.