In attesa di vedere Trump, Kim si gode il concerto pop sudcoreano

lunedì 2 aprile 18:14 - DI Redazione

Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha riferito di essersi “profondamente commosso” al primo dei due concerti nel suo Paese di undici artisti o gruppi K-pop (come viene chiamata la musica pop sudcoreana), ha reso noto l’agenzia di stampa ufficiale nordcoreana Kcna. In particolare, il leader è rimasto colpito dalla reazione entusiasta dei nordcoreani. Il concerto intitolato “La primavera sta arrivando” si è svolto ieri sera al Gran Teatro di Pyongyang, di fronte a una platea di 1.500 persone fra cui anche la sorella di Kim Jong-un, Kim-Yo-jong e alla moglie Ri Sol Ju. Un secondo concerto, con in programma anche la partecipazione di artisti nordcoreani, è previsto per domani sera. Kim è il primo leader nordcoreano ad aver mai assistito a un concerto di musica sudcoreana, da sempre considerata con sospetto nello “Stato eremita”, ha sottolineato l’agenzia sudcoreana Yonhap. Kim Jong-un “ha mostrato grande interesse durante il concerto e ha fatto domande sulle canzoni e i testi”, ha riferito il ministro della cultura Do Jong-hwan. Il concerto ha contribuito ad “approfondire la conoscenza dell’arte popolare del sud” ed è stato un'”opportunità significativa per dimostrare l’unione della nazione”, ha dichiarato Kim, citato dalla Kcna. Il capo dell’intelligence Kim Yong-chol si è finanche scusato con i giornalisti sudcoreani per aver lasciato entrare al concerto un solo rappresentante della stampa, ha reso noto l’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap. Kim ha riferito di aver pensato “che avrebbe potuto non esserci sufficiente cooperazione fra gli agenti di sicurezza e gli organizzatori”. “E’ stato un errore limitare la copertura mediatica dell’evento”, ha affermato. I cantanti K-pop Cho Yong Pil e Seohyun erano tra una delegazione di artisti musicali sudcoreana forte di 120 persone che è apparsa domenica nella capitale nordcoreana, esibendosi per la prima volta in 13 anni. Il gruppo di ragazze K-pop Red Velvet è creato dal gigante dell’industria SM Entertainment, ed è composto da cinque it-girls del settore pop sud coreano. L’ultima volta che la Corea del Sud ha mandato un artista musicale a esibirsi nel nord è stato nel 2005 – un precedente periodo di riavvicinamento – ma è la prima volta che un leader nordcoreano ha partecipato a un evento del genere. I passi per alleviare le tensioni sono iniziati dopo che la Corea del Nord ha partecipato ai Giochi olimpici invernali nella città sudcoreana di Peyongchang a febbraio, durante i quali si è esibita una compagnia artistica nordcoreana. Il presidente della Corea del Sud, Moon Jae In, incontrerà Kim in un raro summit il 27 aprile nella Peace House, sul lato meridionale del villaggio di confine di Panmunjom. E il presidente degli Stati Uniti Donald Trump dovrebbe incontrare Kim entro la fine di maggio. La data e il luogo esatti non sono stati concordati o divulgati.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *