Arezzo, pretende la pensione degli anziani genitori: finisce in manette un 36enne

Ha minacciato di morte, per l’ennesima volta, il padre e la madre, entrambi pensionati, reclamando in modo ossessivo la loro pensione mensile. A mettere fine all’inferno familiare, fatto di continue violenze, vessazioni e minacce, sono stati i carabinieri di Bibbiena, in provincia di Arezzo, che hanno arrestato un cittadino italiano 36enne, residente in Casentino.

Ha minaccatio i genitori pensionati: arrestato

L’uomo al culmine dell’ennesima lite all’interno dell’abitazione, dove vive con i genitori e il fratello, ha dato in escandescenze, minacciando di morte i genitori, se non gli avessero consegnato l’intero importo delle pensioni che avrebbero dovuto ritirare questa mattina all’ufficio postale. Al loro rifiuto sono iniziati momenti di paura per lo stato di agitazione del 36enne. L’episodio rappresenta solo l’ultimo di una lunga serie di eventi che hanno visto coinvolto il 36enne e i suoi familiari che, in più di un’occasione, sono stati costretti a ricorrere alle cure mediche per i maltrattamenti subìti.  genitori vivevano, da tempo, in uno stato di terrore e preoccupazione per le sempre maggiori insistenti richieste di denaro del loro figlio che, non potendo soddisfare, degeneravano in atteggiamenti violenti e vessatori. L’intervento dei carabinieri ha potuto scongiurare che la situazione potesse degenerare. Il 36enne dopo l’arresto per maltrattamenti in famiglia e minacce aggravate è stato condotto nel carcere di Arezzo.