Antonietta Gargiulo, le prime parole dopo l’orrore: grazie per le preghiere (video)

«Ciao a tutti cari fratelli, sono Antonietta Gargiulo e voglio ringraziarvi per le preghiere». Così la donna ferita dal marito Luigi Capasso, il carabiniere che lo scorso 28 febbraio a Cisterna di Latina ha ucciso le due bambine avute con Antonietta, Alessia e Martina, si rivolge alla comunità Gesù Risorto di cui fa parte attraverso un video in cui si ascolta la sua voce e che è stato postato sulla pagina Facebook della stessa Comunità. «La parola di Dio— dice ancora Antonietta — ha vinto sulla morte ed io lo posso testimoniare. Un grazie senza fina va alla mia famiglia e a tutti voi perché in ogni cellula del mio corpo sento la vita che è rinata da tutte le preghiere per me».