Week end di Pasqua col pericolo caduta satellite: aggiornamenti in tempo reale

La stazione spaziale cinese Tiangong-1 , ormai fuori controllo, si schianterà sulla Terra nel weekend di Pasqua. L’aggiornamento sulla struttura, che è molto più grande di un semplice satellite, è stato fornito dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA). Lo Space Debris Office dell’agenzia ha dichiarato che Tiangong-1 colpirà una zona dell’emisfero settentrionale del nostro pianeta tra il 30 marzo e il 2 aprile.

Secondo gli esperti che seguono la stazione, la probabilità più grande è che si schianti in una stretta fascia intorno alle latitudini di 43 gradi nord e sud. Questo include una serie di città molto popolate, come New York, Barcellona, Pechino, Chicago, Istanbul, Roma e Toronto.

Ecco dove seguire il satellite cinese

È possibile seguire in tempo reale il percoso del Tiangong-1 dal web. Una mappa interattiva di SatView permette di seguire la discesa della stazione spaziale attimo per attimo, avendo l’esatta posizione della stazione spaziale in qualsiasi momento. L’ultimo calcolo segnala il 2 aprile, intorno alle 20 ora italiana, la data dell’impatto.

L’allerta della Protezione civile sul satellite

La Protezione civile ha lanciato il suo allerta alla popolazione, precisando che un caso del genere è senza precedenti. Al momento, che cadano frammenti sull’Italia c’è una probabilità su 300.000. A calcolare le probabilità è il Centro di eccellenza in Telerilevamento e Modellistica previsionale di eventi severi (Cetemps) dell’Aquila. Il Cetemps ha risposto “alla domanda che tutti si stanno facendo: qual è il rischio che cada proprio sulle nostre teste?”.

Gli esperti: “Colpirà l’Italia? C’è lo o,2 per cento di possibilità”

«La superficie dell’Italia è di 300.000 km2. La superficie del Pianeta considerata a rischio è di 160.000.000 km2. Quindi l’Italia rappresenta lo 0.18% della superficie in questa fascia. Se la percentuale in questa banda è tale, significa – afferma il Cetemps – che c’è una possibilità su 300.000 che la stazione spaziale cinese cada sul nostro territorio. Considerando una densità di circa 200 persone per km2, questa probabilità scende a circa una possibilità su 1.000.000.000. Per capirci, la probabilità che vinciate la prossima Lotteria Nazionale – dice il Cetemps – è 1 su 10.000.000. Quasi 100 volte più probabile, e lo sapete – concludono gli esperti del Cetemps in un dialogo virtuale con l’utente – quanto sia probabile che ciò capiti a voi».

Tutto vero, ma la certezza è che da qualche parte cadrà. E qualcuno da qualche parte del globo rischia di “vincere” questa bizzarra lotteria della sfortuna.