Tumori, quelli dell’uomo restano tabù: dall’urologo solo 2 maschi su 10

Scarsa cultura della prevenzione, pudori e tabù che nascono in famiglia e sono duri a morire. Il risultato è che oggi come ieri 8 uomini italiani su 10 non vanno dall‘urologo nemmeno una volta nella vita, rischiando di scoprire troppo tardi tumori come il cancro del testicolo o quello del pene che invece, se diagnosticati e trattati in fase iniziale, si curano bene e possono guarire.

A rilanciare l’allarme in vista della Festa del papà del 19 marzo sono…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi