Tre tunisini svaligiano una villetta: erano sbarcati a Lampedusa un mese fa

Tre tunisini, ospiti all’Hotspot di Lampedusa, sono entrati in una villetta. Ma sono stati beccati e arrestati dai carabinieri. Dopo aver forzato una finestra, approfittando dell’assenza del proprietario hanno rovistato e messo a soqquadro tutta le stanze, arraffando ogni cosa.

Tunisini svaligiano una villetta: beccati

Ai tre tunisini, che stavano operando indisturbati, è stato fatale, però, aver acceso la luce di una stanza. Infatti, in quel momento stava rincasando un vicino che si è subito insospettito ed ha telefonato immediatamente al 112. Subito sul posto sono arrivate due pattuglie dei carabinieri, dopo aver circondato la villetta, hanno fatto irruzione all’interno, sorprendendo i tre tunisini ancora con le mani nel sacco. Dai loro giubbotti, durante le perquisizioni, sono saltati fuori gioielli e oggetti di ogni genere, subito sequestrati. «E così – si legge in una nota dei carabinieri –  grazie alla telefonata ricevuta da un cittadino, con l’accusa di furto in abitazione, i carabinieri della stazione di Lampedusa hanno fatto scattare le manette ai polsi dei tre tunisini, un ventenne e due trentenni giunti sull’isola da circa un mese, mettendoli a disposizione della Procura della Repubblica di Agrigento. Tutta la refurtiva è stata recuperata e restituita al proprietario dell’abitazione.