Tragedia a Napoli: bimba di 7 mesi stroncata dalla meningite al Cotugno

mercoledì 14 marzo 10:57 - DI Roberto Mariotti

Tragedia all’ospedale Cotugno di Napoli. Lacrime per una bambina di 7 mesi che è stata stroncata dalla meningite. Era nata a Nola. Tutto è avvenuto nel giro di poche ore. La situazione è precipitata subito, la piccola è stata aggredita dall’infezione da meningococco. Prima c’è stata la corsa al pronto soccorso dell’ospedale di Nola, poi il trasporto immediato al Cotugno, specializzato in malattie infettive. Ma le condizioni erano disperate. Si vedevano, sul corpo della bambina, le tipiche petecchie (macchie emorragiche) che segnalano l’avvio di un processo di sepsi, ossia di diffusione del batterio nel sangue, da cui parte il completo sovvertimento dei parametri coagulativi. E che fa da innesco alla progressiva insufficienza di tutti gli organi. Un processo difficilissimo da contrastare sul piano clinico e che col passare delle ore diventa purtroppo irreversibile e mortale nella maggior parte dei casi. E così è stato. A nulla sono valsi i tentativi dei medici che non solo hanno provato con i farmaci ma le hanno praticato anche la circolazione extracorporeausata per ripulire il suo sangue dalle tossine. Niente da fare, il cuore si è fermato, tra la disperazione e le lacrime dei familiari. Il batterio killer dall’inizio dell’anno ha già fatto cinque vittime in Campania. 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *