Timbrava il cartellino e andava a giocare alle slot: ecco che gli è successo

mercoledì 7 marzo 17:55 - DI Redazione

Un dipendente civile del Ministero della Difesa, in servizio nell’Arsenale Militare di Taranto, è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia per la Marina militare del capoluogo jonico, unitamente ai colleghi della Stazione marina di Taranto-Pizzone, con l’accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato.

I carabinieri, venuti a conoscenza che il 58enne era solito allontanarsi dal posto di lavoro senza alcuna autorizzazione, hanno predisposto dei servizi di osservazione e pedinamento, durante i quali hanno accertato che, ogni giorno, sistematicamente, dopo aver timbrato il cartellino, abbandonava il posto di lavoro per recarsi presso varie sale slot di Taranto dove terminava il suo orario di servizio.

L’impiegato è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Nell’ultima occasione, dopo essersi presentato a lavoro, si è allontanato arbitrariamente ed è stato sorpreso all’interno di un’attività commerciale del centro cittadino.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *