Tajani incontra il ceo di Whirlpool: non sarà facile ma sono ottimista

“Lunga conversazione su Embraco con Marc Bitzer, ceo mondiale di Wihrlpool. Stiamo lavorando costruttivamente per una soluzione positiva a favore dei dipendenti dello stabilimento di Chieri. Non sarà facile ma, come promesso, ce la metterò tutta”. Lo ha scritto su twitter il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, che però non è entrato nei dettagli della vicenda. Sulla questione è intervenuta anche l’imprenditrice Emma Marcegaglia: “I Paesi competono nell’attrarre investimenti e anche noi dobbiamo essere competitivi nell’attrarli: non sempre lo siamo”. In ogni caso, “in quel settore l’Italia ha delle competenze forti: i lavoratori sono bravi, ci sono un’esperienza e delle capacità importanti”. Lo dice la presidente di Business Europe Marcegaglia parlando, a margine del Business Europe Day a Bruxelles, della Embraco di Riva di Chieri, nel Torinese, che ha deciso di spostare la produzione di compressori per frigoriferi in Slovacchia, licenziando 497 persone. “Credo sia stato giusto – continua – che il ministro Carlo Calenda abbia verificato se ci siano state violazioni delle regole sugli aiuti di Stato. Mi pare che la società abbia detto di essere disponibile a trattare”, certo “dopo una forte pressione. Ci sta che un governo, lo fanno tutti i governi, prima di lasciare andare un’azienda e 500 posti di lavoro, cerchi di fare di tutto perché ciò non avvenga”. “Dopodiché, un’azienda è libera di fare le proprie scelte. Vediamo che cosa succede: se un governo mette anche sul tavolo alcuni supporti e incentivi, questo aiuta”, conclude.