Solo tre denunce dopo l’aggressione dei centri sociali al sindaco Nardella

giovedì 8 marzo 17:51 - DI Redazione

Dopo i gravissimi disordini messi in atto a Firenze dalla comunità senegalese fomentata dai violenti dei centri sociali, che hanno devastato e vandalizzato il centro storico e aggredito il sindaco della città Dario Nardella, del Pd, sono tre i cittadini italiani denunciati dalla polizia per le contestazioni a Nardella durante il sit-in di protesta della comunità senegalese sul Ponte Vespucci per l’omicidio del connazionale Idy Diene da parte di uno squilibrato, omicidio che i senegalesi e i centri sociali hanno attribuito al razzismo, quando così non è. Oltre al giovane antagonista di un centro sociale che ha sputato a Nardella, che è stato denunciato per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, altri due giovani dell’area antagonista vicini ai centri sociali, sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale. Non si capisce perché i senegalesi che hanno devastato il centro della città, visibilissimi in vari video, non siano stati identificati e denunciati per danneggiamenti e altro. Intanto si apprende che l’ambasciatore del Senegal in Italia, Mamadiou Saliou, sarà a Firenze oggi pomeriggio per incontrare il sindaco Dario Nardella. L’incontro a Palazzo Vecchio verterà sull’omicidio del senegalese Idy Diene. Si parlerà anche delle tensioni che si sono registrate in città in seguito alle manifestazioni violente della comunità senegalese.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ernesto.grossi@libero.it 11 marzo 2018

    Fateli censire da chi se ne intende.

  • 8 marzo 2018

    Vi chiedo, come fanno ad identificare i diversamente colorati se non hanno generalità, ed in centinaia di casi hanno più di una generalità a seconda della provincia che rilascia il visto per il soggiorno?, perchè, se si spostano da nord a sud e viceversa è praticamente impossibile identificarli in maniera definitiva.