Il sindaco di Bracciano denuncia: il lago non risale, ecosistema compromesso

Le condizioni del lago di Bracciano permangono critiche, malgrado pioggia e neve di questo ultimo mese il lago non si alza. Secondo i dati riportati dal portale Bracciano Smart Lake, in poco più di un mese il livello del lago ha riguadagnato 14,5 cm, passando dal dato di -178 cm sotto il livello idrometrico rilevato il 17 febbraio scorso a -163,5 cm registrato questa mattina. “Siamo nelle stesse condizioni dello scorso anno – ha detto all’Adnkronos Armando Tondinelli, sindaco di centrodestra di Bracciano – e dato che si prevede una stagione estiva nuovamente siccitosa si rischia un peggioramento della situazione del lago”. Lago che l’estate scorsa a causa della siccità e delle continue captazioni dell’Acea era arrivato a toccare il minimo storico di -187 centimetri sotto il livello idrometrico. “Ora non ci sono captazioni ma la situazione è compromessa, l’abbassamento del livello del lago è tale che ci vorranno anni prima di vedere dei risultati – ha aggiunto Tondinelli – il livello dell’acqua è salito molto poco. I danni sono notevoli, economici, ma soprattutto ambientali: un’ecosistema è stato compromesso”.