Sequestrata a Milano una tonnellata di cibo avariato: denunciato un cinese

Oltre una tonnellata di cibo in cattivo stato di conservazione è stata posta sotto sequestro dall’Annonaria della polizia locale di Milano in un esercizio commerciale in via Padova gestito da un cittadino cinese, poi denunciato. Durante un controllo, gli agenti hanno trovato grandi quantità di alimenti (carne, pesce e verdura) accatastati in modo disordinato e in cattivo stato di conservazione in un locale interrato adibito a deposito, all’interno di una cella frigorifera a temperatura negativa.

Nel magazzino cinese carne, pesce e verdura avariati

In realtà, gli alimenti erano scongelati, riposti in scatole di cartone intrise di liquidi e sangue animale. Altri addirittura erano appoggiati sul pavimento privi di involucri protettivi. Il proprietario, oltre alla denuncia, si è visto comminare una sanzione di duemila euro per aver omesso la corretta manutenzione degli impianti e per carenze igieniche all’interno dell’attività di vendita. L’uomo era stato già stato denunciato per lo stesso motivo e più volte multato dall’Annonaria.