Mosca, schiaffo a Roma: espulsioni gesto di inimicizia di un governo dimissionario

giovedì 29 marzo 17:07 - DI Paolo Lami

L’irritazione è tutta nelle parole sgranate una ad una con una sorta di collera fredda. Una scudisciata dopo l’altra assestata sulle terga del governo Gentiloni in ritirata e su quel «Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana formalmente dimissionario» che ha preso la decisione di espellere due diplomatici russi accreditati all’ambasciata a Roma, decisione annunciata lunedì dalla Farnesina – guidata dal politicamente trapassato Angelino Alfano – e considerata dalla Russia come «un gesto di inimicizia di Roma in netto contrasto con la plurisecolare tradizione di buone e stabili relazioni russo-italiane».

Reagisce con insolita, gelida, durezza Mosca alla decisione del governo italiano di espellere due dei diplomatici russi accreditati come ritorsione per l’avvelenamento in Gran Bretagna dell’ex-spia russa Sergej Skripal e della figlia Julia. E avverte, dal suo account Twitterl’ambasciata russa a Roma, che l’«eclatante gesto, prettamente politico» di fatto «introduce un elemento di sfiducia in quel dialogo pragmatico che non si è mai interrotto neanche quando la Ue ha adottato la politica sanzionatoria», indebolendo «i positivi sviluppi potenziali della cooperazione bilaterale».

«Anche nel periodo della contrapposizione ideologica della “guerra fredda” tra Occidente e Unione Sovietica – ricordano dal palazzetto di via Gaeta,, sede della rappresentanza russa nel nostro Paese – l’Italia si è fatta guidare prima di tutto da una propria visione dell’opportunità politica e non da pareri imposti dall’esterno». Come, invece, è accaduto ora accodandosi agli altri Paesi Europei, in primis Gran Bretagna e Francia, «considerando illegittimi i riferimenti al caso Skripal» senza, peraltro, fornire «alcuna prova del loro coinvolgimento in attività incompatibili con lo status di diplomatico».

L’auspicio – che, poi, è un vero e proprio benservito a Gentiloni, Alfano e compagni – è «che il nuovo governo» italiano, «espressione dell’esito delle elezioni parlamentari, voglia perseguire con decisione una politica di sostegno al dialogo costruttivo e di sviluppo della collaborazione in tutti i campi con la Russia».

«Naturalmente questo atto, spiegato con la necessità di attuare la decisione assunta dal Consiglio Europeo relativamente alla famigerata solidarietà euroatlantica con Londra – avverte Mosca – non resterà senza risposta da parte nostra» facendo sapere di considerare il suo accostamento con la vicenda Skripal come «un’aperta provocazione della Gran Bretagna».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • antonioli.luciano@virgilio.it 1 aprile 2018

    Se uno si butta nel pozzo gli altri gli vanno dietro. Nessun tornaconto x la Russia assassinare una ex spia dopo 10 anni, solo il potere occidentale in Oriente è la trama di tutto questo xké la Russia non permette tutto questo. Complotto contro il grande Putin.

  • Francesco Ciccarelli 30 marzo 2018

    Gentiloni vuole compiacere Gran Bretagna e Stati Uniti prima di andarsene e, nello stesso tempo, vuole mettere in difficoltà il nuovo Governo che, probabilmente, revocherà la ritorsione contro Mosca. Ovviamente la stampa all’estero criticherà pesantemente tutte le decisioni italiane divergenti dalle provocazioni contro la Russia.

  • marimanzo@gmx.net 30 marzo 2018

    Io penso che in questo momento l’Italia non doveva
    intromettersi in una questione cosi’ delicata.
    Inoltre ancora non ci sono prove che la Russia sia
    il mandante di questo atto vergognoso.

  • rinaldi.energy@katamail.com 30 marzo 2018

    Ennesimo squallido esempio del governo dell’abusivo gentiloni di servilismo alle istituzioni europee ed americane che si sono sempre arrogate il diritto di decidere per Noi. Basta sanzioni alla Russia, la vogliamo in Europa!

  • koanguru@gmail.com 30 marzo 2018

    Siamo una Colonia rappresentata da “uomini” senza onore, infimi è disgustosi.

  • paologiammancheri@gmail.com 30 marzo 2018

    A Salvino, Meloni , Berlusconi,Di Maio: appena possibile ripristinate IMMEDIATAMENTE i rapporti diplomatici con Putin richiamando a Roma le MEDESIME PERSONE espulse indebitamente dal Gentilini calabrache e truffatore. E poi fatemi un favore: buttate fuori dalla Farnesina il mio corregionale Alfano perché costui oltre ad essere un voltagabbana, ha dimostrato di non avere le palle , contrariamente alla maggior parte dei Siciliani.
    Cordiali saluti e i migliori auguri a tutti voi.

  • franco.prestifilippo@tin.it 30 marzo 2018

    Siamo da serie “C”! Nessuna spina dorsale, ed altro atto di servilismo verso l’Europa Unita!
    Forse qualche responsabile non è nemmeno al corrente di come sono andate le cose. Povera Italia mia!!!!

  • roccoangela60@yahoo.it 30 marzo 2018

    Vorrei chiedere alla redazione una cortesia,ho notato che ci siamo due persone con lo stesso nome ,potrei apporre vicino al mio nome un asterisco o un numero per distinguermi dalla signora con il mio stesso nome,per evitare confusione in chi legge,e se è possibile come posso fare? Grazie

    • Massimo Valeri 30 marzo 2018

      Dovrebbe registrarsi in modo da essere riconoscibile e non usare più questo nickname

      • roccoangela60@yahoo.it 30 marzo 2018

        Grazie per la risposta.

  • an_ponte@tiscali.it 30 marzo 2018

    come è possibile che un governo provvisorio possa mettere in atto e decidere sulle espulsioni? ma una domanda me la pongo, il Presidente della Repubblica come ha potuto per metterlo? che ruolo svolge e fin dove può intervenire?

  • roccoangela60@yahoo.it 30 marzo 2018

    Spero che il centrodestra al governo ripristini al più presto i rapporti amichevoli ed economici con Putin…Stare in un Europa che ci umilia e impone continuamente diktat è un vero tormento…invidio il coraggio dei politici britannici che accortisi di quanto fosse negativo per loro restare in UE hanno indetto un referendum e hanno fatto scegliere al popolo sovrano il loro destino…I nostri politici invece dicono che qui da noi il referendum non si può fare…Se volessero tutto si potrebbe fare…ma purtroppo saremo condannati a rimanere in UE e peggio ancora nell’euro…Altro che unione dei popoli, La nostra è solo un’unione finanziaria fatta di banche e di mercati.E al popolo non lo ascolta nessuno!

    • adriano.agostini@fastwebnet.it 30 marzo 2018

      Angela concordo al 100%. Tuttavia penso che sia stato il PD che abbia voluto pronarsi alla UE. Non c’è nessuna regola che ci costringe a espellere dei diplomatici. E’ una idiozia assoluta: il PD l’ha voluta fare ben sapendo che stiamo rimettendoci miliardi e miliardi per mancate esportazioni e contratti di imprese italiane in Russia interrotti. Questo perché non vuole alcuna sovranità e l’ha fatto vedere più volte ivi incluse le modifiche alla Costituzione volute da Renzi e appoggiate da Mattarella che per fortuna abbiamo, noi italiani di coscienza, buttato a mare. La sinistra è estremamente pericolosa e ora che ha subito una giusta disfatta bisogna cercare di non litigare e andare avanti a governare.

  • giada2525@gmail.com 30 marzo 2018

    Il governo uscente composto da una massa di servi sciocchi della Germania, Francia ecc.!

  • carla.rotili@yahoo.it 30 marzo 2018

    Gentiloni e il governo dimissionario ha sbagliato.

  • giorgiorapanelli@virgilio.it 30 marzo 2018

    Mettiamoci finalmente in testa che da tempo, in modo aperto, il potere mondiale finanziario, che dirige l’Occidente, decide le sorti dell’Italia… Non a caso abbiamo avuto Monti, Letta, Renzi, e pure Gentiloni. Se sono stati messi da lì è per il motivo che sono dei lacchè (uso questo termine, come lo usavamo noi del PCI) dei potentati occidentali. Il piano è preciso: USA e Turchia vorrebbero invadere e spartirsi la Siria. Quindi la Russia interverrà. Come nelle zone calde europee ai suoi confini. Quindi, in qualche maniera saremo coinvolti. Oggi che il centrodestra rischia di andare al potere con i grillini, il rischio di terrorismo e di sommosse di clandestini africani si fa più concreta. Quindi, occorre “vigilare” (altro termine usato da noi comunisti) e non cadere nelle provocazioni. Ma parlare in modo concreto e comprensibile ai cittadini italiani. Una grossa responsabilità ce l’ha il Papa con la sua politica buonista… E’ possibile che non si rende conto costa sta avvenendo nello scacchiere africano e che questa invasione serve solo per distruggerci con la confusione socioeconomica? Per fortuna abbiamo una grossa fetta dei chierici che gli sono contro e che stanno ricominciando ad “orientare” le masse cattoliche(altro termine comunista). Qui da noi, nel Maceratese, le chiese stanno cominciando a riempirsi di nuovo. Salvo il caso demoniaco di Pamela e adesso le ossa all’Hotel House, dove la Sinistra fece muro contro Salvini.

    • depalma.aurora@libero.it 30 marzo 2018

      perfettamente in accordo. il potere mondiale ha già fatto i suoi passi infami. e la gente che vuole vivere” serenamente” (io dico fregandosene di quantaccade nel mondo, e come se le cose nn toccheranno mai loro) si allontana sempre di più dalla politica e nn capisce. nulla. per quanto riguarda la espulsione, nn sono d accordo con la decisione peraltro troppo immediata e sensa senso, e poi noi cosa c entriamo con l’inghilterra? abbiamo paura che allontanino gli italiani? abbiamo sempre paura di tutto? siamo pecoroni. e senza spina dorsale. avremmo dovuto attendere. dovremmo almeno comunicare con la russia . ma siamo anche incoscienti.

  • angeloprof58@libero.it 30 marzo 2018

    Il governo PD, dei burattini incapaci e idioti !

    • Mcoluccia@ymail.com 30 marzo 2018

      Servi degli inglesi i pd

  • 30 marzo 2018

    Putin….a riprova del fatto che vuole trattare con il nuovo governo italiano, non ha espulso ancora gli ambasciatori italiani….

  • alfonso.deblasio@tim.it 30 marzo 2018

    Sono sempre più convinto che prima si esce da questa Europa non unita e meglio è per noi. In attesa di costituire un’Europa diversa dove non si è più sudditi della Francia e della Germania. Forse è utopia, ci vogliono politici con coraggio.

  • simef@tiscali.it 30 marzo 2018

    L’espulsione dei diplomatici russi è stata una manifestazione di sciocco servilismo.Voglio sperare
    che il futuro governo come primo atto ponga subito rimedio al grossolano errore commesso.

  • maurizio_turoli@yahoo.it 30 marzo 2018

    Gentiloni è espressione della Trilaterale (Trilateral Commission)
    Con questa scellerata mossa ha voluto dimostrare che, alla faccia degli elettori, saranno semptre i plutocrati a governarci.
    Mattarella farà un governo del presidente pervhè i grillini manderanno tutto all’aria.
    Non dimentichimci che Cairo (ovvero RCS e La 7) è i loro mentore (toinesi anche lui) per ui gli interessi economici (Grillo docet) fanno premio su tutto il resto.
    Rassegnamoci a un novello Monti che porterà l’IVA al 23% i”in nome dell’Europa” arrcchendo chi ha sfruttato gli italiani per oltre cinquant’anni poi, tradend ilo ptto stipulato nel 1933, se n’è andata in Olanda ed in Inghilterra (la perfida Albione di Mario Apelius)

  • giacomosinagra@gmail.com 30 marzo 2018

    Al mediocre Renzi a sostituirlo doveva essere ” una cosa inutile ” e costu non poteva che essere l’oscuro dc Gemtiloninon.
    Dimostrandolo fina alla fine servendosi anche della pochezza di un Angelino Alfano.

  • giovanna.calu@gmail.com 30 marzo 2018

    Anche con un piede nella fossa ha dovuto far danni,,, vergognoso!

  • bombo13@libero.it 30 marzo 2018

    Bravo Putin; ma sarei stato un po’ più aspro nella ritorsione, che so, schierare carri armati direttamente sulla schiena di gentili-mozzarella ed al-Fano. …servizio traditori.
    Buona Pasqua ed esponiamo la santa Croce in ogni strada.

  • 30 marzo 2018

    Andate a fa in c—-o
    Tutti e due ballicu fai vergogna a la Sardegna 这种㐧是否可以保护好自己身体一一

    • buccio@gmx.net 30 marzo 2018

      Vero…azzeccagarbugli dei miei stivali !!!

  • 30 marzo 2018

    Ma Ballicu mi piacerebbe vederti I Russia emo in Sardegna!!! In quel buchino di ufficio che mantieni!!!non odiate troppo la USA. Prima di criticare pagate il vostro debito enorme con il USA. Molti di voi siete propio patetichi

  • c.arcabasso1206@liber.it 30 marzo 2018

    Espulsioni non sono ordinaria amministrazione di un governo dimissionario bensì ATTO DI GUERRA, quindi annullabile dal nuovo governo nella pienezza dei poteri.

    • buccio@gmx.net 30 marzo 2018

      Lacche’ ci sara’ lei e tutti quelli che la pensano come lei.

      • buccio@gmx.net 30 marzo 2018

        P.S.Il mio commento era indirizzato a Ballicu, nel cso non si
        fosse capito.

  • gdetoffoli@yahoo.it 29 marzo 2018

    La Russia non è la Repubblica di S. Marino ed il Marchese Gentiloni non è un politico di razza bensì un traditore degli interessi dell’Italia che in regime di prorogatio e nel silenzio di Mattarella, si mette in coda per fare il servo sciocco di nostri nemici in Europa. Ha scambiato Wladimir Putin con Wladimir Lussuria, fregandosene altamente dei danni che ci crea anche per il futuro. Importante l’apertura di credito rilasciata dalla ambasciatrice russa che ha di fatto augurato che il nuovo governo ponga rimedio a questa situazione incredibile pensando che l’Italia e la russia sono in ‘amicizia da secoli’

    • costa.lebanodilustra@hotmsil.es 30 marzo 2018

      Gentiloni non è marchese…è solo un conte, che non conta nulla

      • gdetoffoli@yahoo.it 30 marzo 2018

        Registro la correzione e condivido che, per noi, non abbia contato null’altro che in negativo. Quando agli pseudo-nobili restano in testa solo le palle senza la corona….. questi i risultati.

      • michageo@iol.it 30 marzo 2018

        sì ….conte dalle braghe onte….

  • avv.ballicu@katamail.com 29 marzo 2018

    gentiloni non si doveva permettere ma ha voluto essere fino in fondo un lacchè degli usa e dei plutocrati loro amici, del resto è stato nominato apposta premier per servire in ginocchio interessi economici stranieri ed antiitaliani