Salvini tratta con il M5S sulle presidenze. I nomi? Toninelli e Giorgetti

lunedì 12 marzo 8:16 - di Redazione

Le presidenze delle Camere spettano ai partiti vincitori. Ma il modo in cui si arriverà all’elezione è molto importante per i futuri equilibri politici e anche per gli equilibri interni al centrodestra. Sulla questione infatti si registrano i primi attriti tra Forza Italia e Lega. Matteo Salvini è pronto infatti a trattare con il M5S sui nomi di Danilo Toninelli per il Senato e di Giancarlo Giorgetti per la Camera. Forza Italia invece punta sull’elezione al Senato di Paolo Romani. Nel centrodestra dunque serpeggia qualche malumore sul protagonismo di Matteo Salvini, il quale – come recita oggi la prima pagina del Giornale – “balla da solo”. Il quotidiano legato all’ex premier accusa apertamente il leader leghista di “strappo”, per la sua decisione di trattare con il M5S senza considerare i desiderata di Forza Italia.

Un atteggiamento che sarebbe in contraddizione con quanto annunciato dallo stesso Salvini a poche ore dal voto, e cioè che ogni mossa sarebbe avvenuta in accordo con la coalizione. Parlando alla scuola politica della Lega Salvini in merito alla presidenza delle Camere ha detto: “Penso che fare il contrario di quello che gli italiani hanno scelto la settimana scorsa sarebbe una follia, e ci sono due forze politiche che hanno vinto le elezioni, non è difficile capire con chi si ragionerà”. Tradotto significa che le presidenze spettano a Lega e M5S. Dal canto suo Luigi Di Maio si attesta più o meno sulla stessa linea: “Mi auguro che tutte le forze politiche abbiano coscienza delle aspettative degli italiani”. In pratica non bisogna mettere i bastoni tra le ruote ai due partiti vincitori, Lega e M5S.

Ci si avvia per il momento su queste basi all’appuntamento del 23 marzo quando si aprirà la XVIII legislatura e si procederà prima all’elezione del presidente del Senato e poi a quello della Camera.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Fujsun2@gmail.com 23 marzo 2018

    FORZA MATTEO SALVINI!
    Berlusconi ci ha già fregato troppe volte.

  • max.bialystock@libero.it 12 marzo 2018

    a me sembra il giusto percorso, gli Italiani hanno scelto con molta chiarezza ed è questo che deve seguire un vero leader politico.
    Certamente il tempo è galantuomo e farà vedere a tutti gli italiani la coerenza e la capacità di governo di tutto del Centro Destra e l’ambivalenza e l’inesperienza (v. Raggi a Roma)
    dei 5s, ma ad oggi non è possibile non fare come gli Italiani hanno chiaramente indicato pochi giorni fa..
    Bravo Salvini

  • gdetoffoli@yahoo.it 12 marzo 2018

    Starebbe fresco il capo di una coalizione se dovesse chiedere il permesso ad un membro solo per dare due nomi che, ad occhio e croce, sono da interlocuzione ! L’impegno politico preso e la sotto
    iscrizione del programma sono gli atti che contano! Da ora a quando, fra settimane, sai quanti articoli di giornalai di parte per complicare le trattative, ed i mille interessi, compresi quelli europei, che da sciacalli che sono, aumenteranno la pressione sul paese, occorrerà freddezza e determinazione senza offrire spiragli agli avversari! Il presidente ci vuole mettere i cinque stelle? ci proverà in tutte le maniere
    e forse sarebbe bene farglieli assaggiare agli italiani…. fra un’anno, quando il corpo elettorale li ha assaggiati vedrai che fine fanno sti fenomeni di comunistelli-filo centri sociali riciclati !