Salvini: «Non smanio per fare il premier, anche se sarebbe un onore»

«Io non smanio» anche se fare il premier «sarebbe un onore». Lo dice Matteo Salvini, intervistato da RaiNews24: «Ma pur di portare avanti il programma e cambiare il Paese» posso dire  «che il problema non sono io». «Se mi rendessi conto che ci sono altre persone per cambiare il Paese non sarò io a dire di no», sottolinea il leader della Lega. Salvini chiama in causa anche i grillini. «Vogliono rimanere a vita all’opposizione a dire sempre “no no no” o vogliono assumersi qualche responsabilità?». Il succo del suo ragionamento è che l’esito del voto ha «dato al centrodestra la responsabilità di fare una proposta di governo e ai Cinque Stelle la scelta se rimanere a vita all’opposizione oppure assumersi delle
responsabilità». Quanto ai rapporti con il Cavaliere, il leader della Lega smentisce le voci di dissapori per come sono andate le cose a proposito dell’elezione dei presidenti di Camera e Senato: «Con Berlusconi mai andato così bene».