Salute, l’esperto: più esposto al rischio carie chi respira a bocca aperta

Un’abitudine comune a molti, ma rischiosa per la salute dei denti: russare o respirare a bocca aperta può, infatti, favorire la carie. Lo affermano recenti studi scientifici, secondo i quali russare per buona parte della notte o respirare a bocca aperta porta a un calo del pH del cavo orale che mette a rischio lo smalto e facilita la comparsa delle lesioni cariose. Un rischio cui – secondo l’Accademia italiana di odontoiatria conservativa e restaurativa (Aic) – è particolarmente esposto chi trascorre gran parte della notte respirando in modo incostante per effetto della cosiddetta sindrome delle apnee ostruttive notturne. Ancora peggio per i bambini, il 15 per cento dei quali respira a bocca aperta quasi tutto il tempo (circa l’80 per cento) per colpa di frequenti raffreddori e allergie.

L’Aic: particolarmente colpiti i bambini
«Il nostro organismo è strutturato in modo che…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi