Senegalesi occupano il posto di un disabile. Rissa con gli italiani e accuse di razzismo

«Sporchi negri, tornate a casa vostra…». Il racconto dei senegalesi sul presunto “razzismo” degli italiani inizia dalla fine, ma l’inizio era stato un po’ diverso. Gli immigrati avevano occupato il parcheggio dei disabili venendo poi alle mani con alcuni italiani che volevano liberare il posto a un anziano handicappato di 75 anni. Come racconta Il Messaggero, la rissa è scoppiata in via dei Glicini a Centocelle, a Roma, quando è iniziata la discussione tra i senegalesi e alcuni abitanti del posto che chiedevano di liberare il posto riservato ai disabili, ricevendone un fermo rifiuto: «Guarda che ce la fa a parcheggiare, non c’è bisogno che spostiamo l’auto». Ma l’anziano signore non si era arreso: «Guardate che quel posto è mio e voi non potete occuparlo».

A quel punto in difesa dell’uomo sono intervenuti alcuni amici, è scoppoata la lite e a quanti pare uno dei senegalesi sarebbe stato colpito alla schiena con una tronchese da elettricista. Due romani di 45 e 46 anni sono stati denunciati per lesioni personale aggravate e atti discriminatori. «Mi hanno chiamato sporco negro»,  ha raccontato, secondo il Messaggero, uno degli africani ai carabinieri accorsi sul posto. A quel punto, d’ufficio, è scattata la denuncia anche di “atti discriminatori” nei confronti dei due italiani, con l’aggravante razziale. E l’anziano disabile italiano? Da oggi in poi sarà costretto a cedere il posto, per evitare disordini…