Roma, molestia sessuale sull’autobus: tunisino mostra i genitali a una ragazza

Una scena volgare, una molestia sessuale pesante. La vittima è una ragazza a bordo di un autobus. Per sua fortuna, le forze dell’ordine sono intervenute subito. Un tunisino è stato bloccato dalla polizia e arrestato per violenza sessuale. Ricevuta una segnalazione, gli agenti sono intervenuti, in via Nomentana. L’uomo, 55 anni, dopo aver mostrato i propri genitali, aveva iniziato ad infastidire la donna. È stato accompagnato negli uffici di polizia dove è stato arrestato.

Il precedente pochi giorni fa:
un’altra molestia sessuale

Pochi giorni fa un’altra molestia sull’autobus. Ma a subirla è stata una poliziotta, assistente capo in servizio alla squadra mobile nella sezione reati contro le violenze sessuali, che non ha esita ad arrestare il colpevole. Il tutto è accaduto sulla linea 64. In manette è finito un 39enne di origine congolese. La poliziotta, che stava rincasando al termine del turno di lavoro, con decisione si è prima qualificata e poi ha intimato più volte all’uomo di fermarsi. Nonostante ciò, questo ha continuato le molestie tentando anche di baciarla. A quel punto, la donna ha reagito e, dopo averlo immobilizzato, lo ha arrestato ed è scesa con lui alla fermata della stazione Termini. Nonostante l’uomo cercasse di divincolarsi, l’agente ha chiamato il Numero unico delle emergenze 112 per avere l’ ausilio di una pattuglia delle volanti che è subito intervenuta.