Recidivo e seriale: arrestato brasiliano stupratore di minorenni (video)

Era già stato condannato a 4 anni di pena per tre episodi simili l’uomo di 36 anni arrestato per violenza sessuale nei confronti di una bambina di 12 anni e di una ragazzina di 15. D.S.R.R., di origine brasiliana e residente a Berbenno di Valtellina, è stato arrestato a Imola e portato in carcere a Bologna. Le aggressioni sono state consumate, invece, a Monza e a Casatenovo la scorsa settimana. Per gli inquirenti sarebbe uno stupratore seriale.

Le giovani vittime scelte in modo casuale

L’uomo, che secondo gli inquirenti individuava le sue vittime a caso, ha puntato la dodicenne all’interno di un fast-food mentre era in compagnia di altri amici e, dopo averla vista salutare i compagni per rincasare da sola a piedi, l’ha seguita con la sua auto. La bambina, dopo essere entrata all’interno del condominio in cui risiede, è stata aggredita in ascensore. Fortunatamente è riuscita a reagire e mettere in fuga il suo aggressore sia mordendolo sia urlando e chiedendo aiuto, tanto da farsi sentire dai condomini dello stabile. Modus operandi simile per l’aggressione alla 15enne, che è stata seguita fino a casa dalla fermata dell’autobus, finendo avvinghiata e palpeggiata.

Per la Procura si tratta di uno stupratore seriale

Da quanto risulta il 36enne, già condannato a 4 anni di pena per tre episodi simili avvenuti in provincia di Sondrio, ha anche altri precedenti. In particolare si parla di aggressione, minacce, lesioni e violenza privata. Gli agenti della squadra mobile di Milano, insieme agli uomini del Commissariato di Monza, coordinati dalla Procura di Monza, nel corso delle indagini sono riusciti ad acquisire gravi indizi di colpevolezza a carico e a rintracciarlo poi a Imola, dove si trovava per il suo lavoro di camionista. Il brasiliano è stato arrestato il 23 marzo per poi essere portato nel carcere di Bologna: sulla mano aveva ancora il segno del morso della ragazzina. Nella giornata di ieri il decreto di fermo è stato convalidato dal Gip di Bologna ed è stata disposta la custodia cautelare in carcere. Sono comunque in corso ulteriori attività investigative per verificare l’eventuale coinvolgimento della persona fermata in altri episodi di abuso. «Visto il suo passato e il suo agire, riteniamo possa trattarsi di un violentatore seriale a Imola, dove é stato fermato» e dove «stava già cercando la prossima vittima in un centro commerciale», ha spiegato il Procuratore della Repubblica di Monza Luisa Zanetti.

Video