Pistoia, marocchini spacciavano droga tra i ragazzini italiani: arrestati

Proseguono i servizi nel territorio della compagnia dei carabinieri di Montecatini Terme (Pistoia) finalizzati al contrasto dello spaccio di piazza. A cadere nella rete dei controlli nel pomeriggio di ieri è stato un 21enne marocchino, già noto per i suoi trascorsi, che è stato sorpreso nelle adiacenze della sua abitazione di via Santa Maria, mentre cedeva marijuana ad uno studente 17enne di Ponte Buggianese. I militari della stazione di Buggiano, impegnati nel servizio, hanno quindi proceduto ad una perquisizione della sua abitazione ove sono stati rinvenuti tre etti dello stesso stupefacente ed una piccola quantità di hashish, oltre ad una somma di danaro ritenuta provento dell’illecita attività. Il 21enne, dopo al formalizzazione dell’arresto è stato condotto nel carcere Santa Caterina a Pistoia mentre il 17enne è stato segnalato al servizio tossicodipendenze della prefettura.

Lo scorso mese di maggio un altro marocchino era stato notato mentre regalava droga a due minori. Ieri, al termine delle indagini, M.V. è stato arrestato dai carabinieri del Norm di Montecatini che hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere disposta dal gip di Pistoia per spaccio di stupefacenti con l’aggravante della cessione ai due giovanissimi. Oltre al 45enne sono coinvolti anche tre marocchini senza fissa dimora, uno dei quali, destinatario di una misura cautelare, si è reso da qualche tempo irreperibile. Il monsummanese è in particolare accusato di avere ceduto hashish in più occasioni, anche a titolo gratuito, a due fratelli di 15 e 16 anni di Lamporecchio. Nel corso delle attività d’indagine i militari avevano anche arrestato nel maggio scorso gli altri due complici.