Pena di morte per i trafficanti di droga: inizia la guerra di Trump allo spaccio

sabato 10 marzo 14:13 - DI Redazione

L’amministrazione Trump sta studiando nuove misure che permetterebbero al procuratori di chiedere la pena di morte per i trafficanti di droga. Lo rivelano fonti informate sulle consultazioni che sono in corso tra il dipartimento di Giustizia e il Domestic Policy Council della Casa Bianca, che consiglia il presidente sulle linee della politica interna, per l’analisi di possibili misure che potrebbero essere annunciate nelle prossime settimane. Era stato lo stesso Donald Trump la scorsa settimana a suggerire la pena di morte per i trafficanti di droga come misura per fermare l’epidemia di oppiacei, considerata un’emergenza negli Stati Uniti dove ha ucciso 64mila persone lo scorso anno. “Alcuni Paesi hanno pene molto severe, la pena definitiva, e hanno un problema con la droga minore di quello che abbiamo noi”, ha detto il presidente che, secondo fonti della Casa Bianca, ha espresso interesse, in privato, per le leggi adottate a Singapore per condannare a morte i trafficanti. Rappresentanti della città-Stato asiatica sono anche andati alla Casa Bianca per illustrare, in una vera presentazione con il PowerPoint, il sistema di leggi adottate nella lotta alla droga. È stato invece pubblico l’apprezzamento espresso da Trump per “l’incredibile lavoro fatto contro il problema della droga” da Rodrigo Duterte, il presidente delle Filippine accusato di aver fatto uccidere migliaia di persone in azioni extragiudiziarie della polizia in quella che chiama la “guerra alla droga”. DUterte, tra l’altro, è stato eletto dalla stragrande maggioranza dei filippini proprio sulla base di queste promesse elettorali.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • carmelo.alemanno@libero.it 12 marzo 2018

    condivido in pieno la pena di morte per omicidio. per le droghe 41bis! o..fine pena mai.(politici compresi). Ma purtroppo in italia comanda la Chiesa col suo ipocrita e cattivo “buonismo”.

  • 12 marzo 2018

    I am sorry I was not aware of the automatic technical filter..please accept my apology!! It becomes extremely frustrating when you write and then it does not publish…once again I APOLOGIZE!!

  • 11 marzo 2018

    Your spam message is really shit!!!you are taking away my freedom of expression, I was born in Italy, I voted in the elections I have a RIGHT to make my statements in your website…do not prohibit my freedom to write by stating to “enable JavaScript” when it is enabled… I went to the Apple store they checked the computer and told me it is your site that refuses to public my comments….WHY you have my email I want an answer privately.. I swsit an answer!!!

    • red@dekoo.it 11 marzo 2018

      Ci spiace ma non rispondiamo in privato. Riguardo il suo commento ci dispiace dell’inconveniente ma esiste un filtro tecnico che agisce in automatico e comunque non ci sembra corretto esprimere una problematica in termini così coloriti, segue traduzione.
      (Il tuo messaggio spam è davvero una cagata !!! mi stai togliendo la libertà di espressione, sono nato in Italia, ho votato alle elezioni ho il diritto di rendere le mie dichiarazioni sul tuo sito web … non proibire la mia libertà di scrivere affermando per “abilitare JavaScript” quando è abilitato … Sono andato al negozio Apple hanno controllato il computer e mi hanno detto che è il tuo sito che si rifiuta di pubblicizzare i miei commenti …. WHY hai la mia e-mail voglio una risposta in privato .. risposta!!!)

  • c.arcabasso1206@liber.it 10 marzo 2018

    Anche in Italia reintrodurre la pena capitale nel codice penale militare ( abolita da Fini?) dichiarare lo stato di guerra e applicarla contro trafficanti e spacciatori! Gli acquirenti al 41 bis per finanziamento mafie e terrorismo!

  • avv.ballicu@katamail.com 10 marzo 2018

    ottimo dovrebbe essere reintrodotta anche in italia per omicidio, terrorismo, immigrazione clandestina, mafia ed altri gravi reati, ovviamente bisognerebbe modificare un articolo della costituzione ma questa è una “vuota forma “per dirla con aristotele ciò che conta è la sostanza cioè impedire reati gravissimi e punire i colpevoli come meritano