Pamela, il 13 aprile a Roma fiaccolata “apartitica e senza insulti”

Una fiaccolata il 13 aprile nel quartiere San Giovanni, dove abitava Pamela Mastropietro e dove abita la sua famiglia. Un omaggio a una ragazza fragile e sfortunata, brutalmente uccisa e fatta a pezzi a Macerata lo scorso 29 gennaio. Tre nigeriani sono in carcere con l’accusa di omicidio, vilipendio e occultamento di cadavere.

Parenti e amici hanno voluto organizzare la fiaccolata per ricordare la diciottenne romana vittima di un brutale omicidio: appuntamento alle 19 in via Saluzzo per un corteo silenzioso che raggiungerà alla fine, dopo un percorso di 600 metri,  piazza Re di Roma. Un’iniziativa per non dimenticare e per tenere alta l’attenzione su un caso che ha scosso le coscienze di tutti gli italiani.  “La fiaccolata del prossimo 13 Aprile – commenta il consigliere comunale di FdI Francesco Figliomeni – sarà molto importante per mantenere vivo il ricordo di Pamela che ancora oggi non ha avuto sepoltura, per ricordare la sua barbara uccisione, una violenza inaudita mai vista nella cronaca di questo paese, una vittima che non deve essere dimenticata”. L’organizzazione della fiaccolata fa inoltre sapere che non saranno consentite bandiere di partiti o movimenti politici, striscioni riportanti messaggi offensivi, di qualsiasi natura, e sarà severamente vietato tutto ciò che possa turbare l’ordine pubblico e la morale comune.