Ora comincia la partita (difficile) del governo: ecco una possibile soluzione

domenica 25 marzo 13:17 - DI Redazione

Il giorno dell’elezione di Maria Elisabetta Alberti Casellati e Roberto Fico alla guida di Senato e Camera è anche il giorno del duplice patto che indirizza M5S e Lega sulla strada per il governo. È però una strada impervia che ha come ostacoli il nodo della premiership e la partecipazione “attiva” di FI. Ma dalle due votazioni che hanno ampiamente incoronato i due presidenti emergono due novità dirimenti: che tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini esiste un filo diretto di una qualche solidità e che il M5S, nella sua nuova veste istituzionale, è disponibile a tradire la sua ortodossia votando, ad esempio, un’esponente berlusconiana.

I giochi non sono certo semplici, i veti da far cadere sono diversi e, in via ufficiale, il M5S continua a slegare l’accordo sulle Camere dalle maggioranza di governo tenendo socchiusa la porta al Pd. “Siamo aperti a tutti, i partiti si facciano avanti per il bene del Paese”, spiega Di Maio ponendo in evidenza il nodo della premiership: “Il M5S ha preso 11 milioni di voti, spero si tenga conto si questo”. La conditio sine qua non di Di Maio-premier, al momento, non cade. D’altro canto difficilmente Matteo Salvini, dopo aver “perso” la guida di Camera e Senato, accetterebbe di fare da comprimario ad un premier M5S. Ma le parole di Di Maio, rispetto a qualche giorno fa, appaiono più morbide se viste in controluce.

È così che all’orizzonte emerge, come possibile soluzione, una sorta di exit strategy di medio-lungo periodo. Si tratterebbe  di un asse governativo Lega-M5S – con l’appoggio esterno di FI – che abbia all’apice un capo dell’esecutivo terzo. Sarebbe, sia con un premier politico sia (e soprattutto) con un capo del governo “tecnico”, un esecutivo (forse) di breve durata, orientato a porre le nuove elezioni a breve.  Ma ci sono anche le scadenze europee e tra poco più di un anno si voterà per il rinnovo del Parlamento di Strasburgo. Staremo a vedere.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • marimanzo@gmx.net 26 marzo 2018

    Bellissimo commento questo di Giuseppe . Pienamente d’accordo con lui.

  • giuzal@alice.it 26 marzo 2018

    Se tutti sapranno ragionare con buon senso,responsabilità e onestà,il nuovo governo potrà governare e speriamo anche farsi rispettare dalla UE. I patti scellerati purtroppo accettati e firmati che abbiamo in scadenza saranno un bel banco di prova: o dentro per vivere con il rispetto,senza umiliare la nostra dignità o fuori per tentare da soli di poter intraprendere una nuova strada. Mi auguro che con Salvini e Dimaio possa nascere una nuova Democrazia nella quale il senso comune nelle giuste cose da fare e quelle da affrontare,prevalga come è sempre stato,dalle lotte intestine per il potere,gli intrighi,i voltagabbana,gli interessi personali e l’onestà e che sia proprio la coscienza dei politici ad essere d’esempio per il bene del paese. Diversamente gli avvoltoi prenderanno nuovamente il sopravvento e allora saranno guai per tutti. Dobbiamo essere fieri della nostra Bandiera.
    Un caro saluto Giuseppe

  • gallo.sabino@libero.it 26 marzo 2018

    Non è ben chiaro cosa ci sia nella testa di Salvini. Probabilmente una sorpresa politica ! Non riesco a credere e vedere un Salvini “sotto” Di Maio e neppure la Lega “legata” alle “stelle”. Ma neppure un Di Maio angelico allargare le ali a Salvini ! Forse mi sbaglio, ma i due “promessi sposi” stanno programmando un ritorno alle urne , in tempi piuttosto brevi. Salvini e Di Maio non si sono baciati come rappresentato sul muro di Roma , ma non credo neppure ad un fidanzamento a distanza. Nessuno dei due è desideroso di allargare le braccia o altro. Ed è logico! D’altra parte chi può immaginare una Giorgia Meloni ed un Silvio Berlusconi testimoni di un tale fidanzamento e di un futuro matrimonio? E gli elettori ad applaudire agli “sposi”? Non è possibile! Meglio non spendere soldi in acquisti di nuovi abiti e di regali per gli sposi! Meglio prepararsi ad un futuro diverso ! Certo , come sempre accade, quando i presunti fidanzamenti o matrimoni falliscono , c’è sempre qualcuno che versa delle lacrime per un giorno. Ma ,qualche giorno dopo , fregandosi le mani dice a se stesso : mi è andata bene!
    In questo caso, probabilmente i due presunti fidanzati stanno pensando, entrambi, quando e come “lasciare” l’altro. E ci sono degli “amici” che si preparano a consolarli !
    E gli elettori? Dovranno prepararsi a nuove scelte, meglio “meditate”. L’Italia e gli italiani devono uscire dal tunnel buio e ritornare alla luce del sole ! In qualsiasi modo, ma devono uscire dal buio! ! Prepariamoci ! Non dovremo aspettare molto. Una speranza a breve possiamo nutrirla, tuttavia. A nessuno conviene fare “il cattivo” , quando deve lasciare il fidanzato o la fidanzata . Anzi , entrambi cercano di consolare l’altro con parole dolci e qualche regalo-ricordo !

  • franco@italiausa.com 26 marzo 2018

    Senz’altro Salvini premier, se l’e` guadagnato e sono certo che avra` l’appoggio di DiMaio, giovane, con una promettente carriera politica.

  • fabpittan@hotmail.com 26 marzo 2018

    …..prima di tutto……….la PATRIA e poi gli interessi di bottega….lo hanno fatto in Germania ( e Francia) perche’ non in Italia….?

  • roccoangela60@yahoo.it 26 marzo 2018

    Salvini avendo aiutato (coscientemente)i 5 stelle e forza Italia a rappresentare la presidenza di camera e senato vorrà sicuramente diventare egli stesso presidente del consiglio…Se ciò non avvenisse,rimarrebbe a mani vuote,onestamente non credo che di Maio abbia la cultura e la preparazione per soggiornare a Palazzo Chigi ,quindi sarebbe auspicabile che a prendere le redini del nostro futuro italico fosse il leghista Salvini.

  • campis@tin.it 26 marzo 2018

    Con le elezioni del 4 Marzo si è formato in Italia un nuovo bipolarismo. Da una parte il M5S che è destinato a soppiantare in toto la sinistra; dall’altra la Lega che assorbirà tutta FI diventando di fatto il polo di centro destra. Come è possibile che si mettano insieme nel governo? Sarebbe più logico che il PD appoggi un governo DiMaio visto che il M5S è formato in gran parte da comunisti come Fico e comunque da sinistroidi. Quel governo troverebbe sicuramente l’approvazione anche di LEU e dei compagni di Casini. Salvini e C. all’opposizione si prepareranno ad una sicura, grossa rivincita alle prossime elezioni (anche europee) perchè il governo M5S/PD potrà dare soltanto la dimostrazione di non saper governare, anzi di combinare solo dei guai.

  • giorgiorapanelli@virgilio.it 26 marzo 2018

    Se non saranno capaci di fare un governo dopo che gli elettori si sono espressi premiando M5S e Lega, ad un eventuale nuova elezione sarà difficile che i “duri e puri” ripeteranno il successo avuto. Spero che l’intelligenza prevalga sugli interessi di bottega. Si ridarebbe fiato al PD, in via di distruzione ed estinzione. Non c’è da dimenticare che di fronte ad una politica “Illuminista” (ma non illuminata) c’è un ritorno al bisogno del Sacro e un risveglio di Cristianesimo dogmatico. Ripeto ancora che la mossa di Salvini con la corona e il viaggio della Meloni da Vicktor Orban sono stati strategicamente vincenti e indicativi di un futuro, molto ostico per M5S, che appare oppresso da un multiculturalismo (fallito e fallimentare) ancora presentato dal PD e Sinistra.

  • sergio.fagnoni@alice.it 26 marzo 2018

    il partito di grillo è l’altra faccia dei pidioti (guardate il percorso politico del nuovo presidente della camera e potete capire da chi è composto il m5s ) ho votato centro destra ha vinto centrodestra e deve governare il centro destra.mi aspetto di vedere attuate tutte le promesse della campagna elettorale.E ora berlusconi salvini e meloni basta screzi nessuno deve fare il primo della classe,con umiltà mettetivi al lavoro non c’è tempo da perdere cinque anni di legislature non sono sufficienti per rifare tutta l’Italia, bisogna rifare in toto tutta la costituzione vecchia e antiquanta i modelli ci sono canada usa e australia, basta cultura europea.

  • GIOVANNI TAGLIAFERRI 26 marzo 2018

    Le strade da percorrere ci sono e lo abbiamo capito tutti. Però, dopo il fiasco dell’ “inciucellum”, cioè della legge elettorale per lo sposalizio Berlusconi-Renzi, La vera, unica palla al piede rimane lui, l’ex Cavaliere. dovrebbe capire, proprio per salvare quello che resta di FI, che è giunto il momento di ritirarsi a vita privata e lasciare il partito, da lui creato e poi distrutto, in mani capaci e credibili.

  • serenalastrucci@yahoo.it 26 marzo 2018

    Mi riferisco alle bizze di Berlusconi che è giusto che stia nel mezzo, per il suo pregresso, ma, non può bloccare tutto. Purtroppo, nella vita si deve sapere capire che è il momento di far apparire altri, soprattutto se dotati… magari, si può stare dietro le quinte, ciò non significa che il nostro valore , diminuisca, anzi.
    Salvini è un grande, ha anche una grande pazienza nello stare ad ascoltare i 5 stelle, talebani da sempre, basta vedere cosa hanno fatto dell’articolo della Gabanelli…vergogna!Il sorriso a ebete di Di Maio poi, equivale ai 10 cm di rialzo della camminata di Renzi e alla faccia da schiaffi che poneva alle telecamere…tronfi, presuntuosi, cerebralmente vuoti…Una faticaccia per la destra, fatta, in genere, di persone con la testa piena, ovunque e anche di principi (per carità, non tutti loro)…
    Per fare politica, comunque, ci vogliono i politici, non i qualunque come quelli del M5S.
    sarebbe come se catapultassero me a far politica…ahahah mi vien da ridere!!L’Italia come Roma??Aiuto!!E quando Di Maio sarà a sciare e l’Italia crollerà sotto il peso delle buche, dei crolli dovuti alla vecchiaia dovuta dalla mancata manutenzione, alla mancanza di lavoro perché non capaci di crearlo che facciamo??Speriamo in Matteo Salvini. Grande uomo, grande carattere, ma, prevedo grandi difficoltà per noi italiani. Non pensiate di tirare un respiro di sollievo!Altro che Bersani…KIM JONG docet..

  • abbate.leandro@gmail.com 26 marzo 2018

    Leandro auguro che salvini e di maio si mettessero d’accordo per formare il governo con l’appggio esterno di forza italia e fratelli d’italia per il bene del paese che quasi tutti gli italiani si aspettano.

  • ale.giam5526@gmail.com 25 marzo 2018

    Bene Alelepri.

  • ALESSANDRO LEPRI 25 marzo 2018

    L’ARTE DI FORMARE IL GOVERNO
    Se si analizzano i programmi dei vari partiti e formazioni si vede che nessuno di essi e’ “tutto buono” o “tutto cattivo”. Ognuno ha del buono e del cattivo. L’arte consiste nel saper unire nel governo il meglio di parte di essi. proviamoci:
    – La migliore politica interna, economica e della cultura (istruzione, arte) ce l’ha la Lega.
    – La migliore politica estera e giustizia ce l’ha Fratelli d’Italia
    – La miglior politica del lavoro, sociale, sanita’ infrastrutture,turismo, media (televisione, telecomunicazioni) ce l’ha il M5S.
    Pertanto un bel governo Lega + FdI + M5S sarebbe, a mio parere ottimo. Mi manca qualcuno per la difesa. Non ho trovato nessuno che sia equidistante da USA, Russia e Cina. D’altronde la NATO no ha piu’ senso di esistere. Andava sciolta quando fu sciolto il Patto di Varsavia.
    E chi lo dovrebbe presiedere un governo cosi’? Ma “tra due litiganti: Salvini e Di Maio, la terza gode: Giorgia Meloni. Cosi’ ci eguaglieremo anche alla piu’ avanzata democrazia occidentale: qualla dell’UK. E non ci sarebbe neanche bisogno del Ministero delle Pari Opportiunita’. anche perche’ le pari opportunita’ le garantisce gia’ la Costituzione, basta applicarla.
    Se il Presidente riuscisse a far nascere un governo cosi’ sarebbe davvero un “Artista della Politica”.

    • riandree@yahoo.com 25 marzo 2018

      ci hanno frantumato gli zebedei per 5 lunghi anni con il loro mantra che sono gli unici onesti e che non avrebbero fatto inciuci e che meglio da soli… adesso il dietrofront è più disgustoso di quando facevano proclami ed insultavano gli avversari… mignotte della politica!

      • avv.ballicu@katamail.com 26 marzo 2018

        concordo poi sono tutti anti euro e contro i poteri forti della finanza internazionale , sarebbe ottima soluzione per l’italia ma temo che bruxell farà pressioni perchè ciò non accada

  • giulia.piacentini@virgilio.it 25 marzo 2018

    Mi auguro che Salvini non si faccia mettere in un angolo.

    • riandree@yahoo.com 25 marzo 2018

      Salvini è come Baby, non si può mettere in un angolo!!!