Nuova invenzione di Grillo: ora lancia il reddito per diritto di nascita

“Una società evoluta è quella che permette agli individui di svilupparsi in modo libero, generando al tempo stesso il proprio sviluppo. Per fare ciò si deve garantire a tutti lo stesso livello di partenza: un reddito, per diritto di nascita”. È la nuova trovata di Beppe Grillo che sul suo blog lancia una nuova idea a suo avviso “rivoluzionaria”: bisogna andare verso una società in cui nessuno cerca un posto di lavoro perché il lavoro retribuito deve scomparire. “Siamo davanti ad una nuova era, il lavoro retribuito, e cioè legato alla produzione di qualcosa, non è più necessario una volta che si è raggiunto la capacità produttiva attuale. Si vuole creare nuovo lavoro perché la gente non sa di che vivere, si creano posti di lavoro per dare un reddito a queste persone, che non avranno un posto di lavoro, ma un posto di reddito, perché è il reddito che inserisce un cittadino all’interno della società”. Così scrive Grillo e risolve il problema alla radice: dare a tutti un reddito per diritto di nascita. E così senza lavorare, in una rinnovata società edenica, gli uomini si svilupperanno ciascuno secondo i propri gusti. Così, secondo Grillo, che illustra il suo articolo con un’immagine del celebre dipinto Il Quarto Stato, per rimettere al centro l’uomo e non il mercato non basta un’equa retribuzione che cancelli il plusvalore – secondo i dettami di Marx – ma serve garantire tutti il mantenimento di Stato…