Missili russi, sale la tensione. La Nato: «Inacettabili le minacce di Putin»

Se non si siamo all’improvviso ripiombati in un clima da  guerra fredda, poco ci manca. L’annuncio di Putin che nell’arsenale strategico russo sono entrati  il super missile Sarmat e un missile da crocera “invulnerabile” stanno mettendo in agitazione il mondo politico e militare euro-americano. Dalla Nato è arrivata oggi una dura risposta «Le dichiarazioni della Russia con minacce di colpire gli alleati sono inaccettabili e improduttive», ha dichiarato Oana Lungescu, portavoce dell’Alleanza Atlantica. «Non vogliamo né una nuova guerra fredda, né una nuova corsa agli armamenti. L’insieme degli alleati sostengono gli accordi di disarmo che creano un clima di fiducia per il bene di tutti», ha aggiunto. «Come abbiamo già detto diverse volte, i sistemi di difesa antimissile dell’Alleanza non sono diretti contro la Russia. Il nostro sistema antimissile ci difende da missili balistici che arrivano da più lontano della zona euroatlantica».