Meloni e Salvini contro l’espulsione dei diplomatici russi: «Un errore»

«Inaccettabile che un Governo dimissionario decida di espellere due funzionari dell’ambasciata russa. Sono gli ultimi colpi di coda di un governo asservito alla volontà di Stati esteri che per fortuna sarà messo presto nelle condizioni di non nuocere più gli interessi nazionali italiani»: è negativo il giudizio di Giorgia Meloni sulla decisione delle autorità italiane di accodarsi alla linea di Ue, Usa e Gran Bretagna volta all’espulsione di personale diplomatico russo dalle sedi in Occidente. La leader di FdI esprime la sua critica su Facebook.

Nelle stesse ore è arrivato anche il giudizio critico di Matteo Salvini. «Isolare e boicottare la Russia, rinnovare le sanzioni economiche ed espellerne i diplomatici non risolve i problemi, anzi li aggrava. Arrestare l’ex presidente della Catalogna non risolve i problemi, anzi li aggrava».  «Sanzioni e manette? Preferisco il dialogo». Il leader del Carroccio  afferma di volere «un governo che lavori per un futuro di pace, crescita e sicurezza».  «Chiedo troppo?», è l’ironica chiosa di Salvini