L’ultimo regalo del governo: approvato lo “svuotacarceri”. Il centrodestra: «Lo aboliremo»

Con un «colpo di mano», come è stato definito, il governo uscente ha approvato la riforma del sistema penitenziario, che di fatto rende più facile l’uscita dal carcere. Si tratta di una norma fortemente controversa, contro la quale il centrodestra ha annunciato che continuerà a dare battaglia, confermando tutta la contrarietà già espressa in fase di dibattito.

Cosa prevede la riforma

Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha assicurato che «nella riforma dell’ordinamento penitenziario non c’è alcun “svuotacarceri”».

In realtà, la riforma va proprio nella direzione di rendere più accessibili le…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi