Lombardia al centrodestra, Fontana asfalta Gori: «Ripartiamo dall’autonomia»

martedì 6 marzo 11:17 - DI Fortunata Cerri

Attilio Fontana è il nuovo governatore della Regione Lombardia. Il candidato del centrodestra ha ottenuto il 49,74% dei voti alle elezioni regionali ed è diventato governatore con un distacco di venti punti sul suo avversario di centrosinistra, Giorgio Gori, che si è fermato al 29,09%. Dario Violi, dei 5 stelle, ha avuto il 17,36% delle preferenze, mentre Onorio Rosati di Leu l’1,93. Lo scrutinio è praticamente terminato: mancano infatti 12 sezioni su 9.227. L’affluenza per le elezioni regionali in Lombardia è stata del 73,1%. Nel 2013 fu del 76,71%, ma anche in questo caso si votò in due giornate.

Attilio Fontana: «Sarà un governo di continuità»

Fontana succede a Roberto Maroni.  «Mando un ringraziamento sentito ai lombardi che hanno creduto all’idea di Regione che ho cercato di raccontare in questa campagna elettorale e a chi, insieme a loro, mi ha consentito di raggiungere questo traguardo, in particolare Matteo Salvini e Paolo Grimoldi», queste le prime parole di Fontana, ieri, dalla sede di via Bellerio. «È una buona vittoria e sulla base di questi numeri ci rimetteremo in cammino in continuità col buon governo espresso dal centrodestra in questi 23 anni ma, al tempo stesso, con una novità importante: l’accordo sull’autonomia della Lombardia che ora dovrà essere ratificato in Parlamento».

Gori: «Imparare dalle sconfitte»

Quasi a ruota si presenta davanti ai cronisti Gori che dice: «I risultati sono abbastanza netti per ammettere la sconfitta». Ha poi aggiunto che «i maggiori insegnamenti nella mia vita sono arrivati dalle sconfitte».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *