L’Iran a muso duro: questa è la nostra terra, gli occidentali sono intrusi

L’Iran non negozierà con l’Occidente né con nessun altro la sua presenza in Medio Oriente. Lo ha dichiarato il leader supremo della Repubblica islamica, l’Ayatollah Ali Khamenei, dopo che lunedì era giunto a Teheran il ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian per discutere del ruolo iraniano nei conflitti regionali. ”I Paesi europei vengono (a Teheran, ndr) e dicono che vogliono negoziare con l’Iran sulla sua presenza nella regione. Non deve interessarvi. È la nostra regione. Perché siete qui?”, ha detto Khamenei citato dal suo sito Internet. Khamenei ha quindi affermato che l’Iran tratterà la questione solo con gli altri Stati della regione. ”Noi negozieremo con l’America quando vorremo essere presenti in America”, ha aggiunto. Teheran è schierato dalla parte del regime di Bashar al-Assad nel conflitto in corso in Siria contro i gruppi ribelli sostenuti dall’Occidente. L’Iran è inoltre alleato del movimento libanese sciita Hezbollah in Libano e dei miliziani sciiti Houthi in Yemen.