Lazio, Zingaretti in vantaggio. Parisi: «Pirozzi irresponsabile»

Quando sono state scrutinate 3503 sezioni  su 5.285 per le regionali del Lazio, secondo i dati parziali del  Viminale, il candidato del centrosinistra Nicola Zingaretti è al  34,41%, seguito dal candidato di centrodestra Stefano Parisi al  30,08%, dalla candidata M5s Roberta Lombardi al 26,75%.

 Sergio Pirozzi (Civica Sergio Pirozzi-Lista Nathan) è al 4,66%, Mauro  Antonini (Casapound Italia) è all’1,89%, Elisabetta Canitano (Potere  al Popolo) è all’1,56%, Giovanni Paolo Azzaro (Democrazia cristiana) è allo 0,26%, Jean Leonard Touadì (Civica popolare) è allo 0,22%,  Stefano Rosati (Riconquistare l’Italia) è allo 0,13%.

Parisi promette comunque battaglia: «In caso di sconfitta voglio restare  consigliere regionale del Lazio perché come ho dimostrato in questi  giorni ci tengo tanto alla mia regione. Non cercherò altri incarichi». Il candidato del centrodestra si toglie anche un sassolino dalla scarpa a proposito di Pirozzi, la cui lista di disturbo ha pesantemente condizionato l’esito del voto: «Arrabbiato con Pirozzi? Io non mi arrabbio mai. Poi Pirozzi avrà la sua coscienza e capirà perché l’ha fatto». E subito dopo ha aggiunto: «La scissione di Pirozzi ha pesato molto, non ha avuto senso di  responsabilità. Se avesse avuto a cuore gli interessi della Regione  Lazio e non quelli di Zingaretti non ci sarebbe stata partita».