La Russa: «Non ci presteremo ad ammucchiate, piuttosto non governiamo»

Fuori dal perimetro del centrodestra non si tratta. Ignazio La Russa questa mattina ai microfoni di Agorà, condotto da Serena Bortone, in diretta su Rai Tre è stato chiaro sulle prospettive che si aprono nel dopo-voto: «Come giudicherei la possibilità di alleanza tra Lega e M5S? Non credo che sia una cosa che gli italiani possano aspettarsi. Lo ha detto anche Salvini, ma sicuramente noi di Fratelli d’Italia lo abbiamo giurato, addirittura poi siamo andati davanti all’altare della Patria, che non avremmo fatto nessun governo fuori dal perimetro di centrodestra, né con la sinistra, né coi cinque stelle». I patti si rispettano. Ha aggiunto La Russa. «Quello che si dice in campagna elettorale non può essere tradito. Noi non ci presteremo ad una ammucchiata, ci sembra un segnale di correttezza verso i nostri elettori. Piuttosto non governiamo», conclude La Russa. Che specifica: «Tornare presto alle urne è il minore dei mali. Dovremmo fare un patto per aggiungere a questa legge elettorale una sola modifica: inserire il premio di maggioranza».